Burculacas



				

				

È un orribile vampiro della Grecia, il cui nome sottolinea la tremenda sporcizia ed il fetore che da lui emana: bourka significa infatti luogo pieno di letame e di liquami, e lakkos è la fogna fetida ed infetta. In genere si tratta di uomini che hanno condotto una vita immorale, o che sono stati scomunicati. Dopo la morte i corpi non si decompongono, ma la pelle si tende come quella di un tamburo e, se battuta, da lo stesso suono. È un vampiro insolito, di costumi non solo notturni, poiché a volte appare nei campi o sulle strade anche a mezzogiorno. Di notte le tombe dei Burculacas possono essere individuate grazie al lieve bagliore che emanano. Essi emettono un urlo terrificante, ma possono farlo solo una volta per notte. Per neutralizzare un Burculacas bisogna tagliargli la testa e bruciarla, o farlo a pezzi e bollirlo nel vino. A Creta e Rodi prendono il nome di Katakhanas.