Arbuda



				

				

Serpente mitico citato nel Rig-Veda (VIlI, 32,26 e X, 67, 12) come avversario di Indra che lo uccide fendendogli la testa, oppure ghiacciandogli il cuore. Arbuda significa "senza forma, l'informe", ed è probabilmente solo una forma secondaria di Vritra. E' in grado di dare corpo ad apparizioni mostruose ed anche ad interi eserciti di fantasmi, e, per questa sua qualità, molto venerato in tempo di guerra.