Angelo che passa



				

				

Pressoché in ogni parte d'Italia, in particolare Lazio, Toscana, Romagna, è diffusa la credenza più scherzosa che seria che ci sia un Angelo che vola invisibile a osservare gli uomini e il mondo in genere e, quando vede qualcosa a suo giudizio giusta e opportuna, dicendo "Amen" fa avverare desideri o ferma le cose nel punto dove si trovano.
A Roma si dice: "Passasse l'Angelo e dicesse Amen (Così sia!) quando si vede una bella ragazza", nel senso che si avveri un comprensibile desiderio.
Altrove si minacciano i bambini che imitano gl'infelici dicendo che se passa l'Angelo li farà restare in quella posizione, infelici loro stessi.
Ci si augura che passi l'Angelo anche nel caso che si veda un qualcosa d'inevitabile accadere, minacciare e si desidera che si fermi.
È legato alla credenza devozionale nell'esistenza dell'Angelo Custode che ogni persona avrebbe vicino per tutta la vita, al fine di preservarla dai pericoli e dalle tentazioni.