Ahuizotl



				

				

Mostro della grandezza di un cane con mani e piedi di scimmia, ed una ulteriore mano collocata alla fine della sua lunga e flessibile coda. È particolarmente bramoso di occhi, denti ed unghie umane, e se li procura afferrando le vittime con la sua mano caudale, dopo aver attirato la loro attenzione mettendosi a piangere come un bambino, lungo le rive dei fiumi. I cadaveri delle sue vittime si dice siano particolarmente prediletti dal dio della pioggia, che fa raggiungere direttamente il paradiso alle loro anime; questi cadaveri sono quindi da ritenersi sacri, e possono essere maneggiati unicamente da sacerdoti.