Ahane



				

				

Secondo Tommaso di Cantimpré, Aristotele citerebbe in una sua opera questo animale, grande come un cervo ed in tutto simile agli altri quadrupedi, eccetto che per il fatto che il suo fiele non verrebbe secreto dalla milza, ma dall'orecchio, mantenendo tuttavia le medesime caratteristiche organolettiche di quello umano e degli altri animali.