Vyala



				

				

Nome generico che indica un motivo decorativo predominante soprattutto nei templi medievali. Si tratta di una figura usata per lo più come basamento per le colonne, ma anche come decorazione verticale delle mura. Sono delle immagini di esseri ibridi, composti con la massima libertà, al di fuori di ogni significato mitico. È un puro gioco di forme, parallelo a quello occidentale di certi mostri indefinibili della scultura romanica. Per lo più si riconosce, come elemento fondamentale, il corpo di leone. Ma esso viene completato liberamente con testa (e a volte ali e zampe anteriori) di cinghiali, cani, tigri, avvoltoi, elefanti, rinoceronti, uomini e così via.
Alle volte il risultato ricalca casualmente qualche mostro che ha dei risvolti mitici, come il grifone; ma per lo più si tratta del proliferare libero di forme insolite ed inquietanti, ai confini col grottesco. Si tratta comunque di una delle più felici invenzioni plastiche dell'arte indiana.