Sugaar



				

				

Sugaar è un serpente maschio enorme e terribile che vive nelle profondità della terra e arriva in superficie attraverso buche o grotte. In Azkoitia (Guipúzcoa) è considerato il marito di Mari, la dea principale della mitologia basca, e ogni venerdì, quando i due si incontrano, si formano tempeste incredibili. A Betelu (Navarra) è considerato come un diavolo malvagio. Ad Ataun (Guipúzcoa) riferiscono che quando i bambini non obbediscono ai loro genitori, Sugaar infligge loro terribili punizioni. In alcuni luoghi è stato avvistato mentre attraversava il cielo come un fulmine, la testa e la coda in fiamme.

[modifica] Le leggende

Secondo la leggenda, due fratelli di Dima videro Sugaar nella grotta di Balzola. Il più giovane raccolse un sasso e gli ferì la coda, al che il più grande lo redarguì per il suo gesto. Molti anni dopo, il fratello maggiore era in una terra lontana e sentì nostalgia per la sua città natale. Quando una figura misteriosa apparve e in un istante lo trasportò alla grotta di Balzola. Gli donò una scatola piena di oro per lui e una cintura rossa per suo fratello. Il fratello più giovane non volle indossare la cintura e la legò al tronco di un albero. Immediatamente, l'albero bruciò ed al suo posto non rimase nulla se non un buco.