Ore

(Differenze fra le revisioni)



				

				
			
m (Sostituzione testo - '|tipologia=Divinità |sottotipologia=- |specificità=-' con '|tipologia=Divinità |sottotipologia=Divinità della Natura |specificità=Divinità delle Stagioni')
Versione corrente (15:52, 7 ago 2019) (modifica) (annulla)
 
Riga 24: Riga 24:
}}
}}
-
Figlie di [[Zeus]] e di [[Temi]], in origine divinità della natura e dell'ordine, delle stagioni e delle piogge, più tardi connesse anche al concetto della Giustizia. Furono talvolta identificate con le [[Cariti]] (le [[Grazie]]) e chiamate [[Auxo]] e [[Carpo]], nomi alludenti alla semina, alla crescita e ai frutti delle piante secondo le stagioni: oppure [[Eunomia]] (l'Equità), [[Diche]] (la Giustizia) e [[Irene]] (la Pace), con riferimento all'ordine, alla giustizia e alla pace. In seguito furono specialmente connesse con le suddivisioni del giorno. I Greci ne contarono 10, i Romani 12, danzanti intorno al carro del Sole. Controllavano l'ordine della natura nell'alternarsi delle stagioni ed erano le portinaie dell'[[Olimpo]]. [[Igino]] ci da il seguente elenco: [[Auxo]], [[Eunomia]], [[Ferusa]], [[Carpo]], [[Dice]], [[Euporie]], [[Irene]], [[Ortosie]], [[Tallo]]. Altri autori ne citano dieci con i seguenti nomi: [[Auge (2)|Auge]], [[Anatole]], [[Musica]], [[Ginnastica]], [[Ninfe (2)|Ninfe]], [[Mesembria]], [[Sponde]], [[Esperide (2)|Esperide]] e [[Diside]].
+
Figlie di [[Zeus]] e di [[Temi (1)|Temi]], in origine divinità della natura e dell'ordine, delle stagioni e delle piogge, più tardi connesse anche al concetto della Giustizia. Furono talvolta identificate con le [[Cariti]] (le [[Grazie]]) e chiamate [[Auxo]] e [[Carpo]], nomi alludenti alla semina, alla crescita e ai frutti delle piante secondo le stagioni: oppure [[Eunomia]] (l'Equità), [[Diche]] (la Giustizia) e [[Irene]] (la Pace), con riferimento all'ordine, alla giustizia e alla pace. In seguito furono specialmente connesse con le suddivisioni del giorno. I Greci ne contarono 10, i Romani 12, danzanti intorno al carro del Sole. Controllavano l'ordine della natura nell'alternarsi delle stagioni ed erano le portinaie dell'[[Olimpo]]. [[Igino]] ci da il seguente elenco: [[Auxo]], [[Eunomia]], [[Ferusa]], [[Carpo]], [[Dice]], [[Euporie]], [[Irene]], [[Ortosie]], [[Tallo]]. Altri autori ne citano dieci con i seguenti nomi: [[Auge (2)|Auge]], [[Anatole]], [[Musica]], [[Ginnastica]], [[Ninfe (2)|Ninfe]], [[Mesembria]], [[Sponde]], [[Esperide (2)|Esperide]] e [[Diside]].
[[Categoria:Mitologia Classica]]
[[Categoria:Mitologia Classica]]

Versione corrente

SCHEDA
IDENTITA'
Nome originale: -
Altri nomi: -
Etimologia: -
Sesso: Femmina
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Mitologia Classica
Continente: Europa
Area: Mediterraneo
Paese: Grecia
Popolo/Regione: Greci
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Divinità
Sottotipologia: Divinità della Natura
Specificità: Divinità delle Stagioni
ATTRIBUTI
Aspetto: Antropomorfo
Animali: -
Piante: -
Altri attributi: -
CARATTERI
Indole: Benevola
Elemento: Acqua
Habitat: Cielo
Tematiche: Stagioni, Pioggia, Giustizia

Figlie di Zeus e di Temi, in origine divinità della natura e dell'ordine, delle stagioni e delle piogge, più tardi connesse anche al concetto della Giustizia. Furono talvolta identificate con le Cariti (le Grazie) e chiamate Auxo e Carpo, nomi alludenti alla semina, alla crescita e ai frutti delle piante secondo le stagioni: oppure Eunomia (l'Equità), Diche (la Giustizia) e Irene (la Pace), con riferimento all'ordine, alla giustizia e alla pace. In seguito furono specialmente connesse con le suddivisioni del giorno. I Greci ne contarono 10, i Romani 12, danzanti intorno al carro del Sole. Controllavano l'ordine della natura nell'alternarsi delle stagioni ed erano le portinaie dell'Olimpo. Igino ci da il seguente elenco: Auxo, Eunomia, Ferusa, Carpo, Dice, Euporie, Irene, Ortosie, Tallo. Altri autori ne citano dieci con i seguenti nomi: Auge, Anatole, Musica, Ginnastica, Ninfe, Mesembria, Sponde, Esperide e Diside.