Noqai Kó'ùn



				

				

Tribù di esseri con la testa di cane, o interamente a forma di cane, le cui donne, tuttavia, benché orribili, sono però del tutto umane. Ci parlano di queste tribù sia Giovanni da Pian del Carpine, che Marco Polo (che però le localizza nell'isola di Angaman). Il primo dice che si tratta di un popolo le cui donne hanno forma umana e gli uomini canina; questi ultimi, rotolandosi per terra e nell'acqua, si creano una sorta di corazza che li rende inattaccabili dalle frecce. In un altro passo parla invece di esseri «di forma umana, eccetto le gambe che terminano in piedi di bue. Il cranio è come il nostro, ma la faccia è di aspetto canino».

[modifica] Personaggi simili