Nguma Monene



				

				

Letteralmente "il grosso pitone". Secondo le descrizioni dei nativi, corroborate anche da quella di un missionario americano, si tratterebbe di un gigantesco serpente, lungo da 40 a 60 metri, con una specie di cresta a scaglie che corre lungo tutto il dorso. Collo e testa sono tipici dei serpenti, cosi come la lingua bifida. L'animale, che si muove tanto in acqua che a terra, sarebbe tuttavia, secondo Mackal, una specie di gigantesca lucertola, con gambe molto corte.