Nesso



				

				
SCHEDA
IDENTITA'
Nome originale: -
Altri nomi: -
Etimologia: -
Sesso: Maschio
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Mitologia Classica
Continente: Europa
Area: Mediterraneo
Paese: Grecia
Popolo/Regione: Greci
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Creature Fantastiche
Sottotipologia: Esseri Intermediari
Specificità: Elementali
ATTRIBUTI
Aspetto: Uomo-Animale
Animali: -
Piante: -
Altri attributi: -
CARATTERI
Indole: Malevola
Elemento: Acqua
Habitat: Fiume
Tematiche: -

Uno dei Centauri, originariamente forse dio del fiume Eveno, decaduto a semplice spirito abitante del fiume. Discendeva anche lui dalla stirpe di Issione, ed aveva partecipato alla lotta contro Eracle nell'episodio che portò alla morte del Centauro buono Folo. Scacciato da Eracle sulle rive dell'Eveno, faceva il traghettatore. Essendo capitato lì, Eracle assieme alla moglie Deianira, il centauro, fingendo di voler traghettare la donna, cercò di violentarla, pur avendo già avuto modo di conoscere la valentìa di Eracle. L'eroe lo uccise con una freccia, ma prima di morire il centauro, fingendosi pentito, fece credere a Deianira che un indumento qualsiasi bagnato in un misto del proprio sangue e dello sperma che aveva effuso negli spasmi mortali, avrebbe garantito la fedeltà assoluta dell'eroe verso la donna. Deianira, credula, eseguì le istruzioni, che portarono poi alla morte dell'eroe. Infatti la camicia, impregnata della mistura, si incollò alla pelle dell'eroe, causandogli un dolore insopportabile e strappandogli a brani la pelle quando tentava di togliersela di dosso; l'eroe si immolerà quindi su una pira, bruciando vivo.

[modifica] Riferimenti letterari

[modifica] La figura di Nesso nella letteratura postclassica

  • Dante Alighieri, Commedia. I Centauri sorvegliano i violenti contro il prossimo (primo girone del settimo cerchio infernale). Dante ne incontra tre, tra cui Nesso.