Mhorag



				

				

Simile a Nessie, anche se meno famoso, è il mostro (ma sarebbe meglio parlare al plurale: i mostri) che vive nel Loch Morar, nel distretto omonimo. Come altri "mostri" lacustri ha colpito la fantasia degli abitanti del posto al punto che lo si è personificato, dandogli anche un nome. Peraltro questa personificazione non è un fatto recente, come quella di Nessie, che risale agli anni Trenta, ma è già presente da qualche secolo, ed è legata ad una leggenda che esula dal campo strettamente criptozoologico. Secondo quanto riferito nel secolo scorso da un pescatore di Mallaig, Mhorag fa le sue apparizioni sul lago solo nell'imminenza della morte di un membro del clan dei Gillie: si comporta cioè come uno spirito tutelare di famiglia. La sua forma è difficilmente descrivibile (nell'ambito della leggenda; in quello criptozoologico non si differenzia in maniera significatica da quella di Nessie): a volte si parla di un viso pallido ma attraente, come quello di una seducente fanciulla con gli occhi azzurri e i capelli biondi; a volte si descrive un corpo massiccio dotato di tre parti (forse tre gobbe dorsali?) che simboleggiano rispettivamente la morte, la bara e la tomba. Altre "testimonianze oculari" descrivono i suoi seni bianchi e i capelli, dai quali si spande una pioggia di monete d'oro.