Leucotea



				

				

Così fu chiamata Ino dopo essersi gettata in mare con il figlio Melicerte ed essere trasformata in una dea marina.
Corrrispondeva alla Mater Matuta dei Romani, i quali in suo onore eressero un tempio nel Foro Boario.