Kaptar



				

				

È il nome locale di una sorta di yeti. Sembra che esista tutta una comunità di Kaptar albini, accanto ai più normali di pelo bruno. Secondo le descrizioni sono esseri alti meno di un metro e mezzo, agili e dalla andatura bipede. Il più celebre di questi Yeti caucasici fu un essere di sesso femminile, chiamato Zana. Fu trovata e catturata verso la fine del secolo scorso e portata in un villaggio del Mar Nero. Qui, dopo una serie di peripezie, fu "adottata" dalla famiglia Genaba, presso la quale visse per alcuni anni, generando tra l'altro almeno 4 figli con uomini del villaggio; l'ultimo di essi è morto nel 1954. Zana era abbastanza alta, ricoperta di pelo rossiccio, con un viso dagli zigomi prominenti, gli occhi rossastri e il naso schiacciato. Era tortissima, ma molto mite;non imparò nessuna parola, ma capiva ed eseguiva gli ordini.