Idas (2)

(Differenze fra le revisioni)



				

				
			
Riga 2: Riga 2:
== La morte ==
== La morte ==
-
Come molti etiopi, Idas presenziava alle nozze di [[Andromeda]], la figlia del re, con [[Perseo]]; quando improvvisamente nella reggia fece irruzione [[Fineo]] con i suoi uomini scatenando uno scontro armato con gli etiopi favorevoli a quel matrimonio (la ragazza era stata a suo tempo assegnata a lui) Idas ricusò di combattere finché venne colto da un giavellotto che Fineo aveva scagliato in direzione di un compagno di [[Perseo]]. A quel punto Idas abbandonò tutte le convinzioni che da sempre lo avevano caratterizzato e dopo aver inveito contro [[Fineo]] estrasse l'arma dalla ferita, di cui aveva però sottovalutato la gravità, e dopo pochi istanti crollò morto sul pavimento.
+
Come molti etiopi, Idas presenziava alle nozze di [[Andromeda]], la figlia del re, con [[Perseo]], quando improvvisamente nella reggia fece irruzione [[Fineo]] con i suoi uomini scatenando uno scontro armato con gli etiopi favorevoli a quel matrimonio (la ragazza era stata a suo tempo assegnata a lui); Idas ricusò di combattere finché venne colto da un giavellotto che Fineo aveva scagliato in direzione di un compagno di [[Perseo]]. A quel punto Idas abbandonò tutte le convinzioni che da sempre lo avevano caratterizzato e dopo aver inveito contro [[Fineo]] estrasse l'arma dalla ferita, di cui aveva però sottovalutato la gravità, e dopo pochi istanti crollò morto sul pavimento.
[[Categoria:Mitologia Greca]]
[[Categoria:Mitologia Greca]]

Versione del 19:11, 14 nov 2011

Giovane etiope suddito di Cefeo, era noto per la sua avversione alle armi.

La morte

Come molti etiopi, Idas presenziava alle nozze di Andromeda, la figlia del re, con Perseo, quando improvvisamente nella reggia fece irruzione Fineo con i suoi uomini scatenando uno scontro armato con gli etiopi favorevoli a quel matrimonio (la ragazza era stata a suo tempo assegnata a lui); Idas ricusò di combattere finché venne colto da un giavellotto che Fineo aveva scagliato in direzione di un compagno di Perseo. A quel punto Idas abbandonò tutte le convinzioni che da sempre lo avevano caratterizzato e dopo aver inveito contro Fineo estrasse l'arma dalla ferita, di cui aveva però sottovalutato la gravità, e dopo pochi istanti crollò morto sul pavimento.