Icaro



				

				
Maurice Heerdink, Icaro, 2001-2004
Maurice Heerdink, Icaro, 2001-2004

Figlio di Dedalo e di Naucrate, fuggì assieme al padre dal Labirinto di Creta, nel quale erano stati rinchiusi, utilizzando delle ali attaccate con la cera, ma essendosi elevato troppo in alto, il sole sciolse la cera, e Icaro cadde nel mare che da lui fu detto Icario, e che costituisce una parte dell'Egeo, attorno all'isola di Icaria. A causa della mancata sepoltura l'anima di Icaro restò esclusa dall'Ade (ma secondo Ovidio il corpo del giovane si salvò da questa triste sorte, essendo stato avvistato da Dedalo prima che potesse sparire tra i flutti).