Globster



				

				

Il nome è stato inventato da Ivan T. Sanderson per indicare delle carcasse di animali non identificati, che talora sono state trovate arenate sulle spiagge in varie parti del mondo. Anche se in genere si tratta di resti parzialmente distrutti e resi irriconoscibili dall'avanzato stato di putrefazione, di animali marini ben noti, tuttavia a volte ci si è trovati di fronte a caratteristiche effettivamente di difficile interpretazione. Il caso più famoso è quello del cosiddetto Mostro di Tasmania, una massa di circa 5 metri per 4, costituita di un tessuto organico inidentificabile e diverso da ogni altro conosciuto, tutta coperta di leggera peluria.