Egregore



				

				

È un essere fittizio, costituito grazie all'accumulo di "cariche psichiche" di un gruppo di persone. Secondo gli occultisti, se più persone si riuniscono ed emettono "vibrazioni" di tipo omogeneo, può prendere vita un essere che sarà buono o malvagio a seconda del tipo di pensiero emesso. Dapprima debole e propenso a dissolversi, l'Egregore acquisisce sempre più una sua indipendenza vitale e poteri più grandi, mano a mano che si infittiscono le riunioni di quelli che hanno presieduto alla sua nascita. Essi vivono nello spazio attorno a noi, e si compongono di una parte invisibile ma anche, a volte, di parti organiche che possono rendersi visibili. Il nome deriva dal greco e significa "colui che sorveglia". C'è da tener presente che essi si generano spontaneamente e continuamente ogni volta che noi parliamo: ma in questo caso non sono che dei piccoli esseri effimeri, che subito si annullano. Ma se le nostre parole sono profondamente sentite, e se incontrano una coralità di sentimenti, l'Egregore dura a lungo, e può anche diventare indipendente e trasformarsi in Larva.