Doppelgänger



				

				

Il Doppelgänger è una copia fantasma di una persona vivente.
Esistono varie forme di Doppelgänger, può essere una vera e propria incarnazione dello spirito in una copia esatta del corpo dello stesso, o può presentarsi anche come una proezione astrale o un aura, o ancora, come ombra di se stessi.
Secondo il folklore i doppelgänger non proiettano ombre, e non si riflettono negli specchi o nell'acqua. Si suppone che forniscano consigli alla persona di cui hanno le sembianze, ma questi consigli possono essere fuorvianti o maliziosi. Essi possono anche, in rari casi, instillare idee nella mente delle loro vittime o apparire ad amici e parenti, provocando confusione. In molti casi, una volta che si è visto il proprio doppelganger si è condannati ad essere perseguitati da immagini della propria controparte spettrale.

[modifica] Etimologia

Doppelgänger è composto da doppel, che significa "doppio", e Gänger (da gehen, "andare"), che significa "che va", ovvero il doppio che cammina.

[modifica] Casi storici

Il più eclatante caso di questo fenomeno ci fu nel XIX secolo, dove il Doppelgänger di Emilie Sagée, si mostrò in pubblico numerose volte. Il caso venne seguito da Robert Dale Owen, dove studiò i vari movimenti della copia spettrale di Emilie Sagèe. Notò per esempio, che la copia mimava spesso i movimenti di scrittura, ma senza aver nulla in mano, e che, mentre Emilie stava ferma, pure la copia se ne stava immobile.
Ma nella storia non fu solo l'unico isolato caso. Si narra che anche la regina Elisabetta I vide la sua copia fantasma poco prima di morire. Come altra testimonianza anche la sensitiva americana Sylvia Browne descrive in uno dei suoi libri un incontro con il suo doppio, e lo descrive come una vera e propria sorpresa, perchè dapprima scettica.

[modifica] Interpretazione

Il fenomeno rimane ovviamente correlato alla bilocazione, ovvero la capacità di essere contemporaneamente presente in due luoghi a se stanti. Questa capacità è riconosciuta nello spirito, ed è la spiegazione, per molti ricercatori paranormali, al fenomeno del Doppelgänger. Il punto di vista scientifico, invece, spiega la bilocazione come un solo gioco di somiglianza, e di un inganno di percezione visiva e psichica, dichiarando l'impossibilità fisica di presentarsi in due luoghi in contemporanea.