Dihkan



				

				

"proprietario terriero" e "storico", secondo i dizionari persiani. I dihkan, infatti, appartenevano a una casta aristocratica che conservò la sua influenza locale anche durante l'occupazione islamica; spesso ricoprivano cariche pubbliche, in contrasto con i governatori inviati da Bagdad. Discendenti a volte anche da famiglie di stirpe regale, conservavano le tradizioni e i ricordi storici dei luoghi d'origine e degli antenati, ed erano i naturali depositari della tradizione orale. E' in questo senso che vengono citati come storici.