Differenze tra le versioni di "Chiang Tsu Wen"

m (Sostituzione testo - '|specificità=Divinità della Felicità' con '|specificità=Divinità della Felicità |sub=-')
 
(5 versioni intermedie di uno stesso utente non sono mostrate)
Riga 1: Riga 1:
Dio dalle «Ossa nere». In origine era uno strano individuo del Kuanglin, amante del vino e delle belle donne, proclive alle dissolutezze e superbamente convinto di diventare dio dopo morto perché le sue ossa erano nere. Catturato e ucciso dal brigante che egli aveva cercato di arrestare quando era governatore di Moling, fine della dinastia Han (206 a.C. circa), di C.T.-w. non si parlò più per moltissimi anni. Durante il regno di Sun Ahuan di Wu, molto tempo dopo, C.T.-w. riapparve in ispirilo ad alcuni abitanti del Kuanglin, rivelò loro che sarebbe stato il dio tutelare della felicità degli uomini e profetizzò che sarebbe scoppiata una pestilenza se i suoi conterranei non avessero eretto un santuario in suo onore dentro le mura della città. Poiché i cittadini non mossero un dito, la profezia si avverò e i miscredenti, pungolati dalla paura del peggio, si piegarono e venerarono in segreto il «Dio Chiang dalle ossa nere».
+
{{Voce
 +
|anagrafica= SCHEDA ANAGRAFICA
 +
|nome originale=-
 +
|altri nomi=-
 +
|immagine=[[Immagine:Noimage.jpg|250px]]
 +
|etimo=-
 +
|sesso=Maschio
 +
|sezione=Mitologia Orientale
 +
|continente=Asia
 +
|area=Estremo Oriente
 +
|paese=Cina
 +
|origine=Cinesi
 +
|tipologia=Divinità
 +
|sottotipologia=Divinità delle Astrazioni
 +
|specificità=Divinità della Felicità
 +
|sub=-
 +
|indole=Benevola
 +
|aspetto=Antropomorfo
 +
|animali=-
 +
|piante=-
 +
|attributi=-
 +
|elemento=Terra
 +
|habitat=Cielo
 +
|ambiti=[[Elenchi:Felicità|Felicità]]
 +
}}
  
 +
Dio dalle «Ossa nere». In origine era uno strano individuo del [[Kuanglin]], amante del vino e delle belle donne, proclive alle dissolutezze e superbamente convinto di diventare dio dopo morto perché le sue ossa erano nere. Catturato e ucciso dal brigante che egli aveva cercato di arrestare quando era governatore di [[Moling]], fine della dinastia Han (206 a.C. circa), di Chiang Tsu Wen non si parlò più per moltissimi anni. Durante il regno di Sun Ahuan di Wu, molto tempo dopo, Chiang Tsu Wen riapparve in ispirilo ad alcuni abitanti del Kuanglin, rivelò loro che sarebbe stato il dio tutelare della felicità degli uomini e profetizzò che sarebbe scoppiata una pestilenza se i suoi conterranei non avessero eretto un santuario in suo onore dentro le mura della città. Poiché i cittadini non mossero un dito, la profezia si avverò e i miscredenti, pungolati dalla paura del peggio, si piegarono e venerarono in segreto il «Dio Chiang dalle ossa nere».
 +
 +
[[Categoria:Mitologia Orientale]]
 
[[Categoria:Mitologia Cinese]]
 
[[Categoria:Mitologia Cinese]]
 +
[[Categoria:Asia]]
 +
[[Categoria:Estremo Oriente]]
 +
[[Categoria:Cina]]
 +
[[Categoria:Divinità]]
 +
[[Categoria:Sesso: Maschio]]
 +
[[Categoria:Aspetto: Antropomorfo]]
 +
[[Categoria:Indole: Benevola]]
 +
[[Categoria:Elemento: Terra]]
 +
[[Categoria:Habitat: Cielo]]
 +
[[Categoria:Felicità]]

Versione attuale delle 11:50, 22 mar 2020

SCHEDA
Noimage.jpg
IDENTITA'
Nome originale: -
Altri nomi: -
Etimologia: -
Sesso: Maschio
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Mitologia Orientale
Continente: Asia
Area: Estremo Oriente
Paese: Cina
Popolo/Regione: Cinesi
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Divinità
Sottotipologia: Divinità delle Astrazioni
Specificità: Divinità della Felicità
Subspecifica: -
ATTRIBUTI
Aspetto: Antropomorfo
Animali: -
Piante: -
Altri attributi: -
CARATTERI
Indole: Benevola
Elemento: Terra
Habitat: Cielo
Tematiche: Felicità

Dio dalle «Ossa nere». In origine era uno strano individuo del Kuanglin, amante del vino e delle belle donne, proclive alle dissolutezze e superbamente convinto di diventare dio dopo morto perché le sue ossa erano nere. Catturato e ucciso dal brigante che egli aveva cercato di arrestare quando era governatore di Moling, fine della dinastia Han (206 a.C. circa), di Chiang Tsu Wen non si parlò più per moltissimi anni. Durante il regno di Sun Ahuan di Wu, molto tempo dopo, Chiang Tsu Wen riapparve in ispirilo ad alcuni abitanti del Kuanglin, rivelò loro che sarebbe stato il dio tutelare della felicità degli uomini e profetizzò che sarebbe scoppiata una pestilenza se i suoi conterranei non avessero eretto un santuario in suo onore dentro le mura della città. Poiché i cittadini non mossero un dito, la profezia si avverò e i miscredenti, pungolati dalla paura del peggio, si piegarono e venerarono in segreto il «Dio Chiang dalle ossa nere».