Bodh



				

				

Antica dea buddista della Fecondità con culto popolare nello stato di Biha. Il termine Bodh di matrice sanscrita, potrebbe riallacciarsi alla tradizione dei Bodhisattva, ma non si hanno documenti in proposito. La leggenda, che non ha alcuna base storica, narra che le puerpere indiane, dopo aver partorito una femmina, portavano la neonata al tempio della dea Bodh onde affidarla alle cure dei sacerdoti fino al tempo della pubertà; trascorso quel periodo, la giovinetta aveva l'obbligo religioso di restare sulla porta del tempio per mettere all'incanto le sue grazie. I proventi del meretricio dovevano essere consegnati al gran sacerdote della dea.