Modifica di Biblioteca:Euripide, Reso

Attenzione: non hai effettuato l'accesso. Se effettuerai delle modifiche il tuo indirizzo IP sarà visibile pubblicamente. Se accedi o crei un'utenza, le tue modifiche saranno attribuite al tuo nome utente, insieme ad altri benefici.

Questa modifica può essere annullata. Controlla le differenze mostrate sotto fra le due versioni per essere certo che il contenuto corrisponda a quanto desiderato, e quindi salvare le modifiche per completare la procedura di annullamento.
Versione attuale Il tuo testo
Riga 2: Riga 2:
 
PERSONAGGI:
 
PERSONAGGI:
  
[[Reso]]
+
Reso
 
[[Ettore]]
 
[[Ettore]]
[[Enea]]
+
Enea
[[Dolone]]
+
Dolone
[[Ulisse]]
+
Ulisse
 
Diomede
 
Diomede
 
[[Atena]]
 
[[Atena]]
[[Paride]]
+
Paride
 
Musa
 
Musa
Auriga di [[Reso]]
+
Auriga di Reso
 
Araldo
 
Araldo
 
CORO di scolte troiane
 
CORO di scolte troiane
  
  
La scena è nella pianura di [[Troia]], dinanzi alla tenda di [[Ettore]],
+
La scena è nella pianura di Troia, dinanzi alla tenda di [[Ettore]],
 
che, dopo una sortita vittoriosa, s'è accampato di fronte agli [[Achei]].
 
che, dopo una sortita vittoriosa, s'è accampato di fronte agli [[Achei]].
 
è notte.
 
è notte.
Riga 140: Riga 140:
 
   Contro i nemici un motto basta: all'armi!
 
   Contro i nemici un motto basta: all'armi!
 
CORO:
 
CORO:
   Ora [[Enea]] vedi, che a gran passo avanza,
+
   Ora Enea vedi, che a gran passo avanza,
 
   ed agli amici un nuovo annuncio reca.
 
   ed agli amici un nuovo annuncio reca.
(Giunge [[Enea]])
+
(Giunge Enea)
[[Enea]]:
+
Enea:
 
   [[Ettore]], a che l'escubie interrorite
 
   [[Ettore]], a che l'escubie interrorite
 
   al tuo giaciglio, fra le schiere, mossero
 
   al tuo giaciglio, fra le schiere, mossero
 
   a favellarti, ed in tumulto è il campo?
 
   a favellarti, ed in tumulto è il campo?
 
[[Ettore]]:
 
[[Ettore]]:
   [[Enea]], le membra tue nell'armi chiudi.
+
   Enea, le membra tue nell'armi chiudi.
[[Enea]]:
+
Enea:
 
   Che avvenne mai? Celata fra le tènebre
 
   Che avvenne mai? Celata fra le tènebre
 
   dei nemici s'annuncia alcuna frode?
 
   dei nemici s'annuncia alcuna frode?
 
[[Ettore]]:
 
[[Ettore]]:
 
   Fugge il nemico, già le navi ascende.
 
   Fugge il nemico, già le navi ascende.
[[Enea]]:
+
Enea:
 
   E puoi darmi di ciò prova sicura?
 
   E puoi darmi di ciò prova sicura?
 
[[Ettore]]:
 
[[Ettore]]:
Riga 161: Riga 161:
 
   bensí le navi a quel bagliore ascendere,
 
   bensí le navi a quel bagliore ascendere,
 
   da questo suol partir, fuggire in patria.
 
   da questo suol partir, fuggire in patria.
[[Enea]]:
+
Enea:
 
   Ed a qual fine la tua mano armasti?
 
   Ed a qual fine la tua mano armasti?
 
[[Ettore]]:
 
[[Ettore]]:
Riga 171: Riga 171:
 
   un Dio, fuggir lasciassimo il nemico,
 
   un Dio, fuggir lasciassimo il nemico,
 
   senza contrasto, e tanto mal ci ha fatto.
 
   senza contrasto, e tanto mal ci ha fatto.
[[Enea]]:
+
Enea:
 
   Deh, se tanto valesse il tuo consiglio
 
   Deh, se tanto valesse il tuo consiglio
 
   quanto il tuo braccio! Ma non può di tutto
 
   quanto il tuo braccio! Ma non può di tutto
Riga 184: Riga 184:
 
   se volti in fuga non trovassi, ma
 
   se volti in fuga non trovassi, ma
 
   alla tua lancia volti gli avversari,
 
   alla tua lancia volti gli avversari,
   vinto saresti, e a [[Troia]] non faresti
+
   vinto saresti, e a Troia non faresti
 
   ritorno piú. Come potresti, infatti,
 
   ritorno piú. Come potresti, infatti,
 
   in una rotta, superare i valli,
 
   in una rotta, superare i valli,
 
   come, senza spezzar gli assi, potrebbero
 
   come, senza spezzar gli assi, potrebbero
 
   i cavalieri attraversare i ponti?
 
   i cavalieri attraversare i ponti?
   E se tu vinci, il figlio di [[Peleo]],
+
   E se tu vinci, il figlio di Peleo,
 
   campione fresco, piomberà su te,
 
   campione fresco, piomberà su te,
 
   né lascerà che tu le navi bruci,
 
   né lascerà che tu le navi bruci,
Riga 224: Riga 224:
 
   ch'io fermo non starò: ma questa volta
 
   ch'io fermo non starò: ma questa volta
 
   irromperò sopra le navi d'Argo.
 
   irromperò sopra le navi d'Argo.
[[Enea]]:
+
Enea:
 
   Mandalo quanto puoi prima: prudente
 
   Mandalo quanto puoi prima: prudente
 
   partito è questo ch'ora prendi. Teco
 
   partito è questo ch'ora prendi. Teco
 
   mi vedrai, dove occorra, all'opra valido.
 
   mi vedrai, dove occorra, all'opra valido.
 
[[Ettore]]:
 
[[Ettore]]:
   Qual dei [[Troia]]ni qui presenti vuole
+
   Qual dei Troiani qui presenti vuole
 
   esploratore muovere alla flotta
 
   esploratore muovere alla flotta
   degl'inimici? A questa terra, ad [[Ilio]]
+
   degl'inimici? A questa terra, ad Ilio
 
   chi vuol prestare aiuto e agli alleati?
 
   chi vuol prestare aiuto e agli alleati?
 
   Non posso io solo provvedere a tutto.
 
   Non posso io solo provvedere a tutto.
[[Dolone]]:
+
Dolone:
 
   Per la patria affrontare un tal pericolo
 
   Per la patria affrontare un tal pericolo
 
   io bramo, andare alla nemica flotta
 
   io bramo, andare alla nemica flotta
Riga 242: Riga 242:
 
[[Ettore]]:
 
[[Ettore]]:
 
   Buon auspicio è il tuo nome, e tu la patria
 
   Buon auspicio è il tuo nome, e tu la patria
   ami, [[Dolone]]. Di tuo padre illustre
+
   ami, Dolone. Di tuo padre illustre
 
   era la casa; e tu l'onor ne addoppi.
 
   era la casa; e tu l'onor ne addoppi.
[[Dolone]]:
+
Dolone:
 
   Giusto è ch'io mi travagli, e del travaglio
 
   Giusto è ch'io mi travagli, e del travaglio
 
   abbia degno compenso. Aggiunto a ogni opera,
 
   abbia degno compenso. Aggiunto a ogni opera,
Riga 252: Riga 252:
 
   Stabilisci tu stesso, ove non sia
 
   Stabilisci tu stesso, ove non sia
 
   la mia sovranità, questo compenso.
 
   la mia sovranità, questo compenso.
[[Dolone]]:
+
Dolone:
 
   Non bramo il regno tuo pieno d'affanni.
 
   Non bramo il regno tuo pieno d'affanni.
 
[[Ettore]]:
 
[[Ettore]]:
 
   Genero divenir vuoi dei Priamidi?
 
   Genero divenir vuoi dei Priamidi?
[[Dolone]]:
+
Dolone:
 
   Nozze coi piú da me stringer non voglio.
 
   Nozze coi piú da me stringer non voglio.
 
[[Ettore]]:
 
[[Ettore]]:
 
   Oro ce n'è, se tal compenso brami.
 
   Oro ce n'è, se tal compenso brami.
[[Dolone]]:
+
Dolone:
 
   In casa n'ho: penuria io non conosco.
 
   In casa n'ho: penuria io non conosco.
 
[[Ettore]]:
 
[[Ettore]]:
   Che brami, allor, di quanto [[Ilio]] racchiude?
+
   Che brami, allor, di quanto Ilio racchiude?
[[Dolone]]:
+
Dolone:
 
   Vinti gli Achivi, un dono a me prometti.
 
   Vinti gli Achivi, un dono a me prometti.
 
[[Ettore]]:
 
[[Ettore]]:
 
   Lo avrai: tranne che il duce delle navi.
 
   Lo avrai: tranne che il duce delle navi.
[[Dolone]]:
+
Dolone:
   Per [[Menelao]] non intercedo: uccidilo.
+
   Per Menelao non intercedo: uccidilo.
 
[[Ettore]]:
 
[[Ettore]]:
 
   Il figlio d'Oileo non vorrai chiedermi?
 
   Il figlio d'Oileo non vorrai chiedermi?
[[Dolone]]:
+
Dolone:
 
   Man di signori poco val nei campi.
 
   Man di signori poco val nei campi.
 
[[Ettore]]:
 
[[Ettore]]:
 
   E di qual degli [[Achei]] brami il riscatto?
 
   E di qual degli [[Achei]] brami il riscatto?
[[Dolone]]:
+
Dolone:
 
   Già te l'ho detto, ho in casa oro a dovizia.
 
   Già te l'ho detto, ho in casa oro a dovizia.
 
[[Ettore]]:
 
[[Ettore]]:
 
   Le spoglie che vorrai tu stesso eleggi.
 
   Le spoglie che vorrai tu stesso eleggi.
[[Dolone]]:
+
Dolone:
 
   Alto sui templi dei Celesti appendile.
 
   Alto sui templi dei Celesti appendile.
 
[[Ettore]]:
 
[[Ettore]]:
 
   Qual dono chiederai maggior di questo?
 
   Qual dono chiederai maggior di questo?
[[Dolone]]:
+
Dolone:
 
   I cavalli d'[[Achille]]. Alto dev'essere
 
   I cavalli d'[[Achille]]. Alto dev'essere
 
   il guiderdone del travaglio, quando
 
   il guiderdone del travaglio, quando
Riga 292: Riga 292:
 
   ch'essi immortali sono, e d'immortali
 
   ch'essi immortali sono, e d'immortali
 
   nacquero; e il carro traggono del figlio
 
   nacquero; e il carro traggono del figlio
   impetuoso di [[Peleo]]. Li diede,
+
   impetuoso di Peleo. Li diede,
 
   poi che puledri li domò, raccontano,
 
   poi che puledri li domò, raccontano,
   [[Poseidone]], del mar Nume, a [[Peleo]].
+
   Poseidone, del mar Nume, a Peleo.
 
   Pur, te ne fo certa promessa: il cocchio
 
   Pur, te ne fo certa promessa: il cocchio
 
   potrai d'[[Achille]] alla tua casa addurre.
 
   potrai d'[[Achille]] alla tua casa addurre.
[[Dolone]]:
+
Dolone:
 
   Sta bene. E se l'avrò, dirò che in premio
 
   Sta bene. E se l'avrò, dirò che in premio
 
   del mio coraggio il piú bel dono m'ebbi
 
   del mio coraggio il piú bel dono m'ebbi
Riga 310: Riga 310:
 
   avrà pensiero di te Giustizia;
 
   avrà pensiero di te Giustizia;
 
   ma ricompensa grande fra gli uomini per te s'appresta.
 
   ma ricompensa grande fra gli uomini per te s'appresta.
[[Dolone]]:
+
Dolone:
 
   Son pronto. Prima alla mia casa, ai Lari
 
   Son pronto. Prima alla mia casa, ai Lari
 
   vado, le vesti acconce indosso, e quindi
 
   vado, le vesti acconce indosso, e quindi
Riga 316: Riga 316:
 
CORO:
 
CORO:
 
   Dimmi, indossare un'altra veste pensi?
 
   Dimmi, indossare un'altra veste pensi?
[[Dolone]]:
+
Dolone:
 
   All'opra adatta ed al cammin furtivo.
 
   All'opra adatta ed al cammin furtivo.
 
CORO:
 
CORO:
 
   Da un uom che sa, puoi qualche cosa apprendere
 
   Da un uom che sa, puoi qualche cosa apprendere
 
   sempre. Come sarà questa tua veste?
 
   sempre. Come sarà questa tua veste?
[[Dolone]]:
+
Dolone:
 
   La pelle al dorso adatterò d'un lupo,
 
   La pelle al dorso adatterò d'un lupo,
 
   il muso della fiera al capo attorno,
 
   il muso della fiera al capo attorno,
Riga 334: Riga 334:
 
CORO:
 
CORO:
 
   A buon fine ti guidi, e poi di nuovo
 
   A buon fine ti guidi, e poi di nuovo
   di Maia il figlio, [[Ermes]], a noi t'adduca,
+
   di Maia il figlio, Ermes, a noi t'adduca,
 
   protettor degli scaltri. Il piano è fatto:
 
   protettor degli scaltri. Il piano è fatto:
 
   manca sol che t'assista la Fortuna.
 
   manca sol che t'assista la Fortuna.
[[Dolone]]:
+
Dolone:
   Tornerò salvo, [[Ulisse]] ucciderò -
+
   Tornerò salvo, Ulisse ucciderò -
 
   e il capo suo ti porterò, ché chiara
 
   e il capo suo ti porterò, ché chiara
 
   prova tu abbia che alle navi achive
 
   prova tu abbia che alle navi achive
   giunse [[Dolone]] -, o il figlio di [[Tideo]].
+
   giunse Dolone -, o il figlio di Tideo.
 
   Pria che la luce in terra torni, io qui
 
   Pria che la luce in terra torni, io qui
 
   sarò: né la mia man di sangue immune.
 
   sarò: né la mia man di sangue immune.
Riga 353: Riga 353:
 
   Assistilo, i Dardanidi
 
   Assistilo, i Dardanidi
 
   soccorri, tu ch'ergesti, o potentissimo,
 
   soccorri, tu ch'ergesti, o potentissimo,
   d'[[Ilio]] le antiche mura.
+
   d'Ilio le antiche mura.
  
 
                                       Antistrofe prima
 
                                       Antistrofe prima
Riga 359: Riga 359:
 
   ad esplorar l'esercito
 
   ad esplorar l'esercito
 
   d'Ellade; e poscia torni alla sua patria
 
   d'Ellade; e poscia torni alla sua patria
   d'[[Ilio]], e quando cadrà, dal nostro principe
+
   d'Ilio, e quando cadrà, dal nostro principe
   disfatto, il [[Ares]] achèo,
+
   disfatto, il Ares achèo,
 
   ascender possa il cocchio
 
   ascender possa il cocchio
   de le cavalle ch'ebbe da [[Poseidone]]
+
   de le cavalle ch'ebbe da Poseidone
   l'eàcide [[Peleo]].
+
   l'eàcide Peleo.
  
 
                                       Strofe seconda
 
                                       Strofe seconda
Riga 381: Riga 381:
 
   imprime ai quadruplice
 
   imprime ai quadruplice
 
   orma il terreno? Uccidere
 
   orma il terreno? Uccidere
   [[Menelao]]? D'[[Agamennone]]
+
   Menelao? D'[[Agamennone]]
   recare il capo ad [[Elena]], che un ululo
+
   recare il capo ad Elena, che un ululo
 
   levi sul reo cognato, che l'esercito
 
   levi sul reo cognato, che l'esercito
 
   spinse di mille navi allo sterminio
 
   spinse di mille navi allo sterminio
   del nostro suol, di [[Troia]]?
+
   del nostro suol, di Troia?
 
(Giunge un bifolco, e si rivolge ad [[Ettore]])
 
(Giunge un bifolco, e si rivolge ad [[Ettore]])
 
BIFOLCO:
 
BIFOLCO:
Riga 405: Riga 405:
 
BIFOLCO:
 
BIFOLCO:
 
   E di tali argomenti, a dir qui venni.
 
   E di tali argomenti, a dir qui venni.
   Un uomo amico tuo, d'[[Ilio]] alleato,
+
   Un uomo amico tuo, d'Ilio alleato,
 
   qui giunge, e guida un infinito esercito.
 
   qui giunge, e guida un infinito esercito.
 
[[Ettore]]:
 
[[Ettore]]:
Riga 412: Riga 412:
 
   Di Tracia: è lo Strimon suo padre, narrano.
 
   Di Tracia: è lo Strimon suo padre, narrano.
 
[[Ettore]]:
 
[[Ettore]]:
   [[Reso]]! Ed è giunto, dici, nella Troade?
+
   Reso! Ed è giunto, dici, nella Troade?
 
BIFOLCO:
 
BIFOLCO:
 
   Sí: metà del mio dir tu mi risparmi.
 
   Sí: metà del mio dir tu mi risparmi.
Riga 438: Riga 438:
 
   esploratore del signore, chiesi
 
   esploratore del signore, chiesi
 
   con traci accenti il condottier chi fosse
 
   con traci accenti il condottier chi fosse
   di quelle schiere che giungeano a [[Troia]],
+
   di quelle schiere che giungeano a Troia,
 
   e di qual padre. E quando tutto seppi
 
   e di qual padre. E quando tutto seppi
   ciò che bramavo, stetti; e [[Reso]] vidi
+
   ciò che bramavo, stetti; e Reso vidi
 
   sopra un carro di Tracia, a un Nume simile.
 
   sopra un carro di Tracia, a un Nume simile.
 
   Un giogo d'oro costringeva i colli
 
   Un giogo d'oro costringeva i colli
Riga 455: Riga 455:
 
   di frecce, molti, e molti si addensavano
 
   di frecce, molti, e molti si addensavano
 
   vèliti, in tracia veste. Un uomo simile
 
   vèliti, in tracia veste. Un uomo simile
   giunge a [[Troia]] alleato: alle sue mani
+
   giunge a Troia alleato: alle sue mani
 
   sfuggire non potrà, né stando in campo,
 
   sfuggire non potrà, né stando in campo,
   né con la fuga, il figlio di [[Peleo]].
+
   né con la fuga, il figlio di Peleo.
 
CORO:
 
CORO:
 
   Se son propizi ai cittadini i Demoni,
 
   Se son propizi ai cittadini i Demoni,
Riga 463: Riga 463:
 
[[Ettore]]:
 
[[Ettore]]:
 
   Or che fortuna volge favorevole
 
   Or che fortuna volge favorevole
   alla mia lancia, e [[Zeus]] è dalla nostra,
+
   alla mia lancia, e Zeus è dalla nostra,
 
   amici molti troverò; ma d'uopo
 
   amici molti troverò; ma d'uopo
 
   di tali amici non ho già, che prima,
 
   di tali amici non ho già, che prima,
   allor che [[Ares]] rabido soffiava
+
   allor che Ares rabido soffiava
 
   impetuosamente, e lacerava
 
   impetuosamente, e lacerava
 
   della città la vela, non accorsero
 
   della città la vela, non accorsero
 
   alla fatica. Quale amico fosse
 
   alla fatica. Quale amico fosse
   di [[Troia]], [[Reso]] ha ben mostrato: è giunto
+
   di Troia, Reso ha ben mostrato: è giunto
 
   all'ora del banchetto. E non ci fu,
 
   all'ora del banchetto. E non ci fu,
 
   l'asta non impugnò, quando alla preda
 
   l'asta non impugnò, quando alla preda
Riga 476: Riga 476:
 
CORO:
 
CORO:
 
   Tali amici a ragione spregi e biasimi.
 
   Tali amici a ragione spregi e biasimi.
   Ma chi [[Troia]] aiutar vuole, gradiscilo.
+
   Ma chi Troia aiutar vuole, gradiscilo.
 
[[Ettore]]:
 
[[Ettore]]:
 
   Bastiamo noi: la difendiam da tanto.
 
   Bastiamo noi: la difendiam da tanto.
Riga 493: Riga 493:
 
[[Ettore]]:
 
[[Ettore]]:
 
   Bene tu mi consigli, e bene vedi
 
   Bene tu mi consigli, e bene vedi
   quanto è opportuno, tu: di [[Troia]] questo
+
   quanto è opportuno, tu: di Troia questo
   [[Reso]] alleato sia, che, come dice
+
   Reso alleato sia, che, come dice
 
   l'araldo, brilla di tant'arme d'oro.
 
   l'araldo, brilla di tant'arme d'oro.
 
(Si trae da parte)
 
(Si trae da parte)
 
CORO:                                  Strofe prima
 
CORO:                                  Strofe prima
 
   Dal labbro mio l'invidia
 
   Dal labbro mio l'invidia
   lungi tenga Adrastea, di [[Zeus]] figlia:
+
   lungi tenga Adrastea, di Zeus figlia:
 
   ciò che gradito all'anima
 
   ciò che gradito all'anima
 
   mia riesce, dirò.
 
   mia riesce, dirò.
 
   Tu giungi, giungi, o gèrmine
 
   Tu giungi, giungi, o gèrmine
 
   del Fiume, vieni a questa reggia Frigia,
 
   del Fiume, vieni a questa reggia Frigia,
   poi che infin la [[Pieride]],
+
   poi che infin la Pieride,
   che t'è madre, e lo [[Strimone]],
+
   che t'è madre, e lo Strimone,
 
   fiume dai ponti belli, t'inviò,
 
   fiume dai ponti belli, t'inviò,
  
Riga 513: Riga 513:
 
   spingendo, alla tua giovine
 
   spingendo, alla tua giovine
 
   vita il rigoglio die'.
 
   vita il rigoglio die'.
   Al par di [[Zeus]] fulgido
+
   Al par di Zeus fulgido
 
   tu giungi a me sovra i puledri rapidi.
 
   tu giungi a me sovra i puledri rapidi.
 
   Esultare nei cantici,
 
   Esultare nei cantici,
 
   adesso, o patria Frigia,
 
   adesso, o patria Frigia,
   [[Zeus]] liberator, concesso m'è.
+
   Zeus liberator, concesso m'è.
  
 
                                       Strofe seconda
 
                                       Strofe seconda
   Dunque, di nuovo la vetusta [[Troia]]
+
   Dunque, di nuovo la vetusta Troia
 
   adunerà da mane a sera i tíasi
 
   adunerà da mane a sera i tíasi
 
   d'innamorati intorno ai colmi calici,
 
   d'innamorati intorno ai colmi calici,
 
   tra le canzoni, e il volgere
 
   tra le canzoni, e il volgere
 
   ebbro di gare che da destra muovano,
 
   ebbro di gare che da destra muovano,
   poi che, ben lungi d'[[Ilio]],
+
   poi che, ben lungi d'Ilio,
 
   gli [[Atridi]] a Sparta moveran sul pelago.
 
   gli [[Atridi]] a Sparta moveran sul pelago.
 
   Con la tua man tu possa, o mio diletto,
 
   Con la tua man tu possa, o mio diletto,
Riga 542: Riga 542:
 
   tronco del viver suo la parca tracia,
 
   tronco del viver suo la parca tracia,
 
   lo accoglierà, dolcissimo gravame.
 
   lo accoglierà, dolcissimo gravame.
(Giunge [[Reso]], con un gran séguito. Le sue armi squillanti
+
(Giunge Reso, con un gran séguito. Le sue armi squillanti
 
brillano al fulgor delle fiaccole)
 
brillano al fulgor delle fiaccole)
 
CORIFEO:
 
CORIFEO:
Riga 553: Riga 553:
 
   degli scudi. è un Iddio questo germine
 
   degli scudi. è un Iddio questo germine
 
   della Musa canora, è un Iddio,
 
   della Musa canora, è un Iddio,
   è [[Ares]] medesimo, e giunge,
+
   è Ares medesimo, e giunge,
   e spira salvezza per [[Ilio]].
+
   e spira salvezza per Ilio.
 
RESO (Si rivolge ad [[Ettore]]):
 
RESO (Si rivolge ad [[Ettore]]):
 
   Prode, e figlio d'un prode, [[Ettore]], sire
 
   Prode, e figlio d'un prode, [[Ettore]], sire
Riga 565: Riga 565:
 
[[Ettore]]:
 
[[Ettore]]:
 
   O d'una madre armonïosa, o d'una
 
   O d'una madre armonïosa, o d'una
   delle [[Muse]] figliuolo, e dello [[Strimone]]
+
   delle Muse figliuolo, e dello Strimone
 
   fiume di Tracia, a me dir sempre il vero
 
   fiume di Tracia, a me dir sempre il vero
 
   piace, ché doppio non sono io. Da tempo,
 
   piace, ché doppio non sono io. Da tempo,
Riga 571: Riga 571:
 
   di questa terra alla difesa accorrere,
 
   di questa terra alla difesa accorrere,
 
   e non lasciar, che, per tua parte, almeno,
 
   e non lasciar, che, per tua parte, almeno,
   sotto l'armi nemiche [[Ilio]] cadesse.
+
   sotto l'armi nemiche Ilio cadesse.
 
   Né dir potrai che non venisti, aiuto
 
   Né dir potrai che non venisti, aiuto
 
   non ci recasti, non badasti a noi
 
   non ci recasti, non badasti a noi
Riga 592: Riga 592:
 
   che non m'eran parenti, alcuni giacciono
 
   che non m'eran parenti, alcuni giacciono
 
   caduti, e sopra lor s'ergono i tumuli,
 
   caduti, e sopra lor s'ergono i tumuli,
   prova di fede non esigua ad [[Ilio]]:
+
   prova di fede non esigua ad Ilio:
 
   presso ai carri e ai cavalli altri nell'armi
 
   presso ai carri e ai cavalli altri nell'armi
 
   gli aliti freddi e il sitibondo fuoco
 
   gli aliti freddi e il sitibondo fuoco
Riga 604: Riga 604:
 
   batto nei miei discorsi, e non son duplice.
 
   batto nei miei discorsi, e non son duplice.
 
   Ed io pativo piú di te l'affanno
 
   Ed io pativo piú di te l'affanno
   di rimaner lungi da [[Troia]], e il fegato
+
   di rimaner lungi da Troia, e il fegato
 
   mi consumavo. Ma una terra prossima
 
   mi consumavo. Ma una terra prossima
 
   ai miei confini, degli Sciti il popolo,
 
   ai miei confini, degli Sciti il popolo,
   mentre a venire ad [[Ilio]] io m'apprestavo,
+
   mentre a venire ad Ilio io m'apprestavo,
 
   mi mosse guerra; e a capo d'un esercito
 
   mi mosse guerra; e a capo d'un esercito
 
   tracio, del Ponto Eusino ai lidi venni.
 
   tracio, del Ponto Eusino ai lidi venni.
Riga 613: Riga 613:
 
   fu sparsa a terra dalle lance, e mista
 
   fu sparsa a terra dalle lance, e mista
 
   molta strage di Traci. E tale evento
 
   molta strage di Traci. E tale evento
   m'impedí ch'io venissi al pian di [[Troia]]
+
   m'impedí ch'io venissi al pian di Troia
 
   al fianco tuo. Ma poi che vinti li ebbi,
 
   al fianco tuo. Ma poi che vinti li ebbi,
 
   e ostaggi m'ebbi i loro figli, e imposto
 
   e ostaggi m'ebbi i loro figli, e imposto
Riga 635: Riga 635:
 
   e il giorno dopo, poi che fine avrò
 
   e il giorno dopo, poi che fine avrò
 
   posta alle tue fatiche, partirò
 
   posta alle tue fatiche, partirò
   da [[Troia]], e in patria tornerò. Dei vostri
+
   da Troia, e in patria tornerò. Dei vostri
 
   niuno imbracci lo scudo. Io frenerò,
 
   niuno imbracci lo scudo. Io frenerò,
 
   per vanto ch'essi menino, io gli Argivi
 
   per vanto ch'essi menino, io gli Argivi
Riga 641: Riga 641:
 
CORO:
 
CORO:
 
   Evviva, evviva!
 
   Evviva, evviva!
   Col favore di [[Zeus]], a noi propizia
+
   Col favore di Zeus, a noi propizia
 
   la tua parola e la tua lancia arriva.
 
   la tua parola e la tua lancia arriva.
 
   Pur, l'invidïa temo
 
   Pur, l'invidïa temo
 
   che suscitar le tue parole possano:
 
   che suscitar le tue parole possano:
   [[Zeus]] lungi la tenga, il Dio supremo.
+
   Zeus lungi la tenga, il Dio supremo.
 
   Piú valido di te la flotta argiva
 
   Piú valido di te la flotta argiva
 
   niun guerrïero addusse, ora né mai.
 
   niun guerrïero addusse, ora né mai.
Riga 693: Riga 693:
 
   Non si può contro lui stringer la lancia.
 
   Non si può contro lui stringer la lancia.
 
RESO:
 
RESO:
   Pur navigò, voce ne corse, ad [[Ilio]].
+
   Pur navigò, voce ne corse, ad Ilio.
 
[[Ettore]]:
 
[[Ettore]]:
 
   Navigò certo, è qui; ma contro i duci
 
   Navigò certo, è qui; ma contro i duci
Riga 701: Riga 701:
 
[[Ettore]]:
 
[[Ettore]]:
 
   Punto da meno Aiace non mi sembra,
 
   Punto da meno Aiace non mi sembra,
   né il figlio di [[Tideo]]. Poi, lo scaltrissimo
+
   né il figlio di Tideo. Poi, lo scaltrissimo
   [[Ulisse]] v'è, maestro di furbizie,
+
   Ulisse v'è, maestro di furbizie,
 
   e cuore audace quanto basta. Mali
 
   e cuore audace quanto basta. Mali
 
   a questa terra egli recò gravissimi;
 
   a questa terra egli recò gravissimi;
Riga 710: Riga 710:
 
   da vagabondo un altro giorno entrò
 
   da vagabondo un altro giorno entrò
 
   dentro le torri, ed imprecava mille
 
   dentro le torri, ed imprecava mille
   danni agli Argivi; e ad [[Ilio]] esploratore
+
   danni agli Argivi; e ad Ilio esploratore
 
   l'avean mandato. E uccise poi le scolte
 
   l'avean mandato. E uccise poi le scolte
 
   delle porte i custodi, e s'involò.
 
   delle porte i custodi, e s'involò.
   Sopra l'ara timbrèa, nei pressi d'[[Ilio]]
+
   Sopra l'ara timbrèa, nei pressi d'Ilio
 
   sempre in agguato sta. Dobbiamo un tristo
 
   sempre in agguato sta. Dobbiamo un tristo
 
   di furbizie campione in lui combattere.
 
   di furbizie campione in lui combattere.
Riga 737: Riga 737:
 
   Dolon, che delle navi esploratore
 
   Dolon, che delle navi esploratore
 
   andò. Se pure è salvo, ei deve già
 
   andò. Se pure è salvo, ei deve già
   avvicinarsi al campo dei [[Troia]]ni.
+
   avvicinarsi al campo dei Troiani.
 
(Tutti i personaggi della scena escono. Rimane il Coro)
 
(Tutti i personaggi della scena escono. Rimane il Coro)
 
CORO:                                  Strofe
 
CORO:                                  Strofe
Riga 787: Riga 787:
 
   i Lici alla quinta vigilia.
 
   i Lici alla quinta vigilia.
 
(Si effettua il cambio delle scolte. Tutto torna nel silenzio)
 
(Si effettua il cambio delle scolte. Tutto torna nel silenzio)
(Entrano cauti [[Ulisse]] e Diomede)
+
(Entrano cauti Ulisse e Diomede)
 
ULISSE:
 
ULISSE:
 
   Diomede, non odi? O un rumor vano
 
   Diomede, non odi? O un rumor vano
Riga 802: Riga 802:
 
   Sai, se alcun dèsti, la parola d'ordine?
 
   Sai, se alcun dèsti, la parola d'ordine?
 
Diomede:
 
Diomede:
   La so, [[Dolone]] me l'apprese: [[Febo]].
+
   La so, Dolone me l'apprese: [[Febo]].
([[Ulisse]] entra un momento nella tenda d'[[Ettore]], e súbito esce)
+
(Ulisse entra un momento nella tenda d'[[Ettore]], e súbito esce)
 
ULISSE:
 
ULISSE:
 
   Ahimè, ché vuoti
 
   Ahimè, ché vuoti
 
   questi giacigli dei nemici scorgo.
 
   questi giacigli dei nemici scorgo.
 
Diomede:
 
Diomede:
   è, [[Dolone]] lo disse, il letto d'[[Ettore]],
+
   è, Dolone lo disse, il letto d'[[Ettore]],
 
   contro il cui seno questa lancia è volta.
 
   contro il cui seno questa lancia è volta.
 
ULISSE:
 
ULISSE:
Riga 817: Riga 817:
 
   Audace, or, poiché vinse, [[Ettore]] è audace.
 
   Audace, or, poiché vinse, [[Ettore]] è audace.
 
Diomede:
 
Diomede:
   E allora, [[Ulisse]], che faremo? L'uomo
+
   E allora, Ulisse, che faremo? L'uomo
 
   che cercavamo, non abbiam trovato
 
   che cercavamo, non abbiam trovato
 
   nella sua tenda. Ogni speranza è persa.
 
   nella sua tenda. Ogni speranza è persa.
Riga 825: Riga 825:
 
   alla fortuna contrastar non giova.
 
   alla fortuna contrastar non giova.
 
Diomede:
 
Diomede:
   No, [[Enea]] cerchiamo, o [[Paride]], infestissimo
+
   No, Enea cerchiamo, o Paride, infestissimo
 
   tra i Frigi tutti, e il capo recidiamogli.
 
   tra i Frigi tutti, e il capo recidiamogli.
 
ULISSE:
 
ULISSE:
Riga 843: Riga 843:
 
   Dove movete, le troiane schiere
 
   Dove movete, le troiane schiere
 
   abbandonate, in cuor morsi dal cruccio,
 
   abbandonate, in cuor morsi dal cruccio,
   perché mettere a morte [[Ettore]] o [[Paride]]
+
   perché mettere a morte [[Ettore]] o Paride
 
   non vi concede il Nume? E non sapete
 
   non vi concede il Nume? E non sapete
   che giunto è a [[Troia]] un alleato, [[Reso]],
+
   che giunto è a Troia un alleato, Reso,
 
   con un grande apparecchio? Ov'ei la notte
 
   con un grande apparecchio? Ov'ei la notte
 
   trascorra, sino al nuovo dí, la lancia
 
   trascorra, sino al nuovo dí, la lancia
Riga 883: Riga 883:
 
   là schierare conviene ove piú giovino.
 
   là schierare conviene ove piú giovino.
 
[[Atena]]:
 
[[Atena]]:
   Ma ecco, verso noi vedo [[Alessandro]]
+
   Ma ecco, verso noi vedo Alessandro
 
   muovere: da le scolte incerti indizi
 
   muovere: da le scolte incerti indizi
 
   di nemici qui giunti a lui pervennero.
 
   di nemici qui giunti a lui pervennero.
Riga 897: Riga 897:
 
   Non è destino che costui soccomba
 
   Non è destino che costui soccomba
 
   sotto i tuoi colpi. Ma di lui che uccidere
 
   sotto i tuoi colpi. Ma di lui che uccidere
   devi, la morte affretta. Ed io con [[Paride]]
+
   devi, la morte affretta. Ed io con Paride
 
   d'esser Ciprigna fingerò, d'assisterlo
 
   d'esser Ciprigna fingerò, d'assisterlo
 
   nei suoi travagli, e con discorsi vani
 
   nei suoi travagli, e con discorsi vani
Riga 903: Riga 903:
 
   parlo; ma quei che patirà la frode,
 
   parlo; ma quei che patirà la frode,
 
   nulla sa: m'è vicino, eppur non m'ode.
 
   nulla sa: m'è vicino, eppur non m'ode.
(Entra [[Paride]]. [[Ulisse]] e Diomede si allontanano)
+
(Entra Paride. Ulisse e Diomede si allontanano)
[[Paride]] (Parla rivolto alla tenda d'[[Ettore]]):
+
Paride (Parla rivolto alla tenda d'[[Ettore]]):
 
   A te, duce e fratello, [[Ettore]] io parlo.
 
   A te, duce e fratello, [[Ettore]] io parlo.
 
   Dormi? Esser desto non dovresti? Alcuno
 
   Dormi? Esser desto non dovresti? Alcuno
Riga 917: Riga 917:
 
   e un uomo reco a te, tuo grande amico,
 
   e un uomo reco a te, tuo grande amico,
 
   il tracio figlio della Dea canora,
 
   il tracio figlio della Dea canora,
   della Musa; e gli fu padre lo [[Strimone]].
+
   della Musa; e gli fu padre lo Strimone.
[[Paride]]:
+
Paride:
   Sempre benigna ad [[Ilio]] e a me ti mostri.
+
   Sempre benigna ad Ilio e a me ti mostri.
 
   Un gran tesoro, penso, alla città
 
   Un gran tesoro, penso, alla città
 
   procacciai, quando a te diedi la palma.
 
   procacciai, quando a te diedi la palma.
Riga 931: Riga 931:
 
   Non temer; nulla c'è di nuovo: [[Ettore]]
 
   Non temer; nulla c'è di nuovo: [[Ettore]]
 
   di qui lontano, i Traci ordina in campo.
 
   di qui lontano, i Traci ordina in campo.
[[Paride]]:
+
Paride:
 
   Credo ai tuoi detti, mi convinco: l'ordine
 
   Credo ai tuoi detti, mi convinco: l'ordine
 
   tuo seguo, e, scevro di timore, parto.
 
   tuo seguo, e, scevro di timore, parto.
Riga 939: Riga 939:
 
   gli alleati vedere. Ed anche tu
 
   gli alleati vedere. Ed anche tu
 
   conoscerai la mia benevolenza.
 
   conoscerai la mia benevolenza.
([[Paride]] si allontana. Tornano [[Ulisse]] e Diomede)
+
(Paride si allontana. Tornano Ulisse e Diomede)
 
[[Atena]]:
 
[[Atena]]:
 
   Ora a voi parlo, o figlio di Laerte.
 
   Ora a voi parlo, o figlio di Laerte.
Riga 961: Riga 961:
 
   Corra ognuno, su su, su.
 
   Corra ognuno, su su, su.
 
   Questo ha preso, ho còlto questo.
 
   Questo ha preso, ho còlto questo.
CORIFEO A (Riesce ad afferrare [[Ulisse]]):
+
CORIFEO A (Riesce ad afferrare Ulisse):
 
   Chi sei tu?
 
   Chi sei tu?
 
   Donde vieni? Parla presto.
 
   Donde vieni? Parla presto.
Riga 973: Riga 973:
 
   Fatti sotto, picchia forte.
 
   Fatti sotto, picchia forte.
 
CORIFEO A:
 
CORIFEO A:
   Hai tu [[Reso]] ucciso?
+
   Hai tu Reso ucciso?
 
ULISSE:
 
ULISSE:
 
   Ho ucciso chi voleva dargli morte.
 
   Ho ucciso chi voleva dargli morte.
Riga 982: Riga 982:
 
CORIFEO B:
 
CORIFEO B:
 
   Non uccidere un amico.
 
   Non uccidere un amico.
CORIFEO A (Ad [[Ulisse]]):
+
CORIFEO A (Ad Ulisse):
 
   Quale il motto?
 
   Quale il motto?
 
ULISSE:
 
ULISSE:
Riga 988: Riga 988:
 
CORIFEO B:
 
CORIFEO B:
 
   Basta. Dal suo sen distogli l'asta.
 
   Basta. Dal suo sen distogli l'asta.
([[Ulisse]] e Diomede si allontanano)
+
(Ulisse e Diomede si allontanano)
 
CORIFEO A:
 
CORIFEO A:
 
   Dove andati son quegli uomini?
 
   Dove andati son quegli uomini?
Riga 1 011: Riga 1 011:
 
   Qual Dio sacro e per lui piú d'ogni Iddio?
 
   Qual Dio sacro e per lui piú d'ogni Iddio?
 
SEMICORO A:
 
SEMICORO A:
   Sarà d'[[Ulisse]], o di chi mai, tale opera?
+
   Sarà d'Ulisse, o di chi mai, tale opera?
 
SEMICORO B:
 
SEMICORO B:
 
   Di lui, se dal passato indurre è lecito.
 
   Di lui, se dal passato indurre è lecito.
Riga 1 022: Riga 1 022:
 
   Chi mai? Chi dici prode?
 
   Chi mai? Chi dici prode?
 
SEMICORO B:
 
SEMICORO B:
   [[Ulisse]].
+
   Ulisse.
 
SEMICORO A:
 
SEMICORO A:
 
   Oh, non dar merito
 
   Oh, non dar merito
Riga 1 040: Riga 1 040:
 
   calpestassero il suol le sue vestigia!
 
   calpestassero il suol le sue vestigia!
 
SEMICORO A:
 
SEMICORO A:
   Sia pure [[Ulisse]], o no, terror m'esàgita.
+
   Sia pure Ulisse, o no, terror m'esàgita.
 
SEMICORO B:
 
SEMICORO B:
 
   Su noi scolte cadrà d'[[Ettore]] il biasimo.
 
   Su noi scolte cadrà d'[[Ettore]] il biasimo.
Riga 1 058: Riga 1 058:
 
   A quei che fra le tenebre,
 
   A quei che fra le tenebre,
 
   tra le schiere dei Frigi entrare ardí.
 
   tra le schiere dei Frigi entrare ardí.
(Entra, levando alti lamenti, l'Auriga di [[Reso]])
+
(Entra, levando alti lamenti, l'Auriga di Reso)
 
Auriga:
 
Auriga:
 
   Ahimè, ahimè!
 
   Ahimè, ahimè!
Riga 1 070: Riga 1 070:
 
Auriga:
 
Auriga:
 
   O me misero, e te, signor dei Traci!
 
   O me misero, e te, signor dei Traci!
   Funesta fu per te la vista d'[[Ilio]].
+
   Funesta fu per te la vista d'Ilio.
 
   Di che misera morte oppresso giaci!
 
   Di che misera morte oppresso giaci!
 
CORO:
 
CORO:
Riga 1 076: Riga 1 076:
 
   è nella notte, e male io ti ravviso.
 
   è nella notte, e male io ti ravviso.
 
Auriga:                                Strofe
 
Auriga:                                Strofe
   Dove alcuno trovar dei Duci d'[[Ilio]]?
+
   Dove alcuno trovar dei Duci d'Ilio?
 
   [[Ettore]] in quale tenda
 
   [[Ettore]] in quale tenda
 
   dorme chiuso nell'armi? A qual dei príncipi
 
   dorme chiuso nell'armi? A qual dei príncipi
Riga 1 092: Riga 1 092:
 
   d'orrenda piaga! Oh, alfine uscir di vita!
 
   d'orrenda piaga! Oh, alfine uscir di vita!
 
   Ahimè ahimè ahimè!
 
   Ahimè ahimè ahimè!
   Senza gloria io morir qui devo, e [[Reso]],
+
   Senza gloria io morir qui devo, e Reso,
   al soccorso di [[Troia]] in campo sceso.
+
   al soccorso di Troia in campo sceso.
 
CORO:
 
CORO:
 
   Chiaro ei favella omai, non per ambage,
 
   Chiaro ei favella omai, non per ambage,
Riga 1 129: Riga 1 129:
 
   e a me nel sonno questa scena apparve:
 
   e a me nel sonno questa scena apparve:
 
   le cavalle che io nutrii, che spingere
 
   le cavalle che io nutrii, che spingere
   solea, stando sul carro a [[Reso]] presso,
+
   solea, stando sul carro a Reso presso,
 
   pareami in sogno che le cavalcassero
 
   pareami in sogno che le cavalcassero
 
   due lupi a dorso nudo, e, con la coda
 
   due lupi a dorso nudo, e, con la coda
Riga 1 173: Riga 1 173:
 
   sei tu del campo. E illesi ora s'involano
 
   sei tu del campo. E illesi ora s'involano
 
   e molto alla viltà dei Frigi irridono,
 
   e molto alla viltà dei Frigi irridono,
   ed a me duce. Ma sappiate, a [[Zeus]]
+
   ed a me duce. Ma sappiate, a Zeus
 
   giuro ne fo, che te la sferza attende
 
   giuro ne fo, che te la sferza attende
 
   per la tua colpa, o il capital supplizio:
 
   per la tua colpa, o il capital supplizio:
Riga 1 180: Riga 1 180:
 
   Ahimè, ahimè!
 
   Ahimè, ahimè!
 
   Grande è la mia disgrazia.
 
   Grande è la mia disgrazia.
   Essi giunsero, o d'[[Ilio]]
+
   Essi giunsero, o d'Ilio
 
   signore, quando a te recai l'annunzio
 
   signore, quando a te recai l'annunzio
 
   dei lumi che brillavano
 
   dei lumi che brillavano
Riga 1 206: Riga 1 206:
 
   per questa brama; e di venire molto
 
   per questa brama; e di venire molto
 
   li scongiuravi. Son venuti e morti.
 
   li scongiuravi. Son venuti e morti.
   Onesto piú di te molto fu [[Paride]]:
+
   Onesto piú di te molto fu Paride:
 
   esso disonorò l'ospite suo;
 
   esso disonorò l'ospite suo;
 
   tu gli alleati uccidi. E non mi dire
 
   tu gli alleati uccidi. E non mi dire
 
   che degli Argivi alcun giunse ad ucciderci.
 
   che degli Argivi alcun giunse ad ucciderci.
   Chi dei [[Troia]]ni superar le schiere,
+
   Chi dei Troiani superar le schiere,
 
   poteva, e sino a noi di furto giungere?
 
   poteva, e sino a noi di furto giungere?
 
   Dinanzi a noi l'esercito dei Frigi
 
   Dinanzi a noi l'esercito dei Frigi
Riga 1 219: Riga 1 219:
 
   il sol piú non vedrà. Per dirla in breve,
 
   il sol piú non vedrà. Per dirla in breve,
 
   niun degli Achivi incolpo. E chi, giungendo
 
   niun degli Achivi incolpo. E chi, giungendo
   di notte al campo dei nemici, [[Reso]]
+
   di notte al campo dei nemici, Reso
 
   trovar poteva, se dei Numi alcuno
 
   trovar poteva, se dei Numi alcuno
 
   non avesse indicato ov'ei giaceva
 
   non avesse indicato ov'ei giaceva
Riga 1 231: Riga 1 231:
 
   Mai di cavalli tanto amor m'invada,
 
   Mai di cavalli tanto amor m'invada,
 
   che per esso gli amici a morte io ponga.
 
   che per esso gli amici a morte io ponga.
   Fu d'[[Ulisse]] l'impresa: ordirla e compierla
+
   Fu d'Ulisse l'impresa: ordirla e compierla
 
   quale altro argivo pote' mai? Timore
 
   quale altro argivo pote' mai? Timore
 
   egli m'incute; ed il timore m'agita
 
   egli m'incute; ed il timore m'agita
   che trovato abbia e spento anche [[Dolone]]:
+
   che trovato abbia e spento anche Dolone:
 
   ch'egli da tempo è lungi, e non appare.
 
   ch'egli da tempo è lungi, e non appare.
 
Auriga:
 
Auriga:
   Questo [[Ulisse]] che dici io non conosco;
+
   Questo Ulisse che dici io non conosco;
 
   ma nemico non fu chi noi trafisse.
 
   ma nemico non fu chi noi trafisse.
 
[[Ettore]]:
 
[[Ettore]]:
Riga 1 260: Riga 1 260:
 
   Sia sollevato, alla mia casa addotto,
 
   Sia sollevato, alla mia casa addotto,
 
   né muover lagni debba. E voi, movete
 
   né muover lagni debba. E voi, movete
   entro le mura, e a [[Priamo]] ed ai vegliardi
+
   entro le mura, e a Priamo ed ai vegliardi
 
   rimasti lí, dite che ai morti, presso
 
   rimasti lí, dite che ai morti, presso
 
   alle pubbliche vie sepolcro diano.
 
   alle pubbliche vie sepolcro diano.
Riga 1 266: Riga 1 266:
 
   Perché mai, dopo tanta ventura,
 
   Perché mai, dopo tanta ventura,
 
   fra novelli cordogli un Iddio
 
   fra novelli cordogli un Iddio
   spinge [[Troia]]? Che affanni prepara?
+
   spinge Troia? Che affanni prepara?
 
(Appare in aria la Musa, stringendo fra le braccia
 
(Appare in aria la Musa, stringendo fra le braccia
il corpo esanime di [[Reso]])
+
il corpo esanime di Reso)
 
CORO:
 
CORO:
 
   Ahi, ahi, oh oh!
 
   Ahi, ahi, oh oh!
Riga 1 277: Riga 1 277:
 
(Chinano la fronte, si nascondono gli occhi)
 
(Chinano la fronte, si nascondono gli occhi)
 
MUSA:
 
MUSA:
   Gli occhi, o [[Troia]]ni, a me volgete: io sono
+
   Gli occhi, o Troiani, a me volgete: io sono
 
   delle nove sorelle una: la Musa
 
   delle nove sorelle una: la Musa
   madre di [[Reso]] io sono, ai vati cara.
+
   madre di Reso io sono, ai vati cara.
 
   E venni qui poiché mio figlio vidi
 
   E venni qui poiché mio figlio vidi
 
   barbaramente dai nemici ucciso.
 
   barbaramente dai nemici ucciso.
   Ma chi l'uccise, il frodolento [[Ulisse]],
+
   Ma chi l'uccise, il frodolento Ulisse,
 
   degna pena pagarne un dí dovrà.
 
   degna pena pagarne un dí dovrà.
  
Riga 1 289: Riga 1 289:
 
   te piangerò, mio figlio,
 
   te piangerò, mio figlio,
 
   te, di tua madre cruccio,
 
   te, di tua madre cruccio,
   quando movesti a [[Troia]].
+
   quando movesti a Troia.
 
   Tristo il viaggio fu, gli auspíci tristi:
 
   Tristo il viaggio fu, gli auspíci tristi:
 
   ch'io rattenerti volli su quel tramite,
 
   ch'io rattenerti volli su quel tramite,
Riga 1 302: Riga 1 302:
 
   e di Laerte il germine,
 
   e di Laerte il germine,
 
   che me d'un fulgidissimo
 
   che me d'un fulgidissimo
   figlio ba privato; ed [[Elena]]
+
   figlio ba privato; ed Elena
 
   muoia, che vagabonda al frigio letto
 
   muoia, che vagabonda al frigio letto
 
   giunse dalla tua reggia, e a te miserrima
 
   giunse dalla tua reggia, e a te miserrima
   fine sotto [[Ilio]] inflisse, o mio diletto.
+
   fine sotto Ilio inflisse, o mio diletto.
 
   E quanti tetti e quanti
 
   E quanti tetti e quanti
 
   vuoti furon per lei d'eroi prestanti!
 
   vuoti furon per lei d'eroi prestanti!
Riga 1 311: Riga 1 311:
 
   poi nell'Averno, o figlio di Filammone,
 
   poi nell'Averno, o figlio di Filammone,
 
   tu recasti al cuor mio! Ché l'arroganza
 
   tu recasti al cuor mio! Ché l'arroganza
   che ti perdé, la gara con le [[Muse]]
+
   che ti perdé, la gara con le Muse
 
   cagione fu che questo figlio misero
 
   cagione fu che questo figlio misero
 
   io generassi; ché nell'almo talamo
 
   io generassi; ché nell'almo talamo
   fui di [[Strimone]] trascinata, mentre
+
   fui di Strimone trascinata, mentre
 
   la corrente del fiume attraversavo,
 
   la corrente del fiume attraversavo,
 
   il dí che del Pangeo verso le balze
 
   il dí che del Pangeo verso le balze
   d'oro movemmo noi, [[Muse]], recando
+
   d'oro movemmo noi, Muse, recando
 
   i musici strumenti, al gran cimento
 
   i musici strumenti, al gran cimento
 
   di melodia, col gran vate di Tracia,
 
   di melodia, col gran vate di Tracia,
Riga 1 325: Riga 1 325:
 
   delle sorelle mie, della perduta
 
   delle sorelle mie, della perduta
 
   verginità, nei vortici del padre
 
   verginità, nei vortici del padre
   fluvïal ti gettai: né lo [[Strimone]]
+
   fluvïal ti gettai: né lo Strimone
 
   t'affidò per nutrirti, a man di donna,
 
   t'affidò per nutrirti, a man di donna,
   ma dei fonti alle [[Ninfe]]. E qui, cesciuto
+
   ma dei fonti alle Ninfe. E qui, cesciuto
 
   mirabilmente da virginee mani
 
   mirabilmente da virginee mani
 
   fosti, o figliuolo, e il primo eri fra gli uomini,
 
   fosti, o figliuolo, e il primo eri fra gli uomini,
Riga 1 333: Riga 1 333:
 
   spingendo a guerra le cruenti schiere
 
   spingendo a guerra le cruenti schiere
 
   nella patria morire, io non temevo;
 
   nella patria morire, io non temevo;
   ma ti vietavo che venissi a [[Troia]],
+
   ma ti vietavo che venissi a Troia,
 
   ché conoscevo il tuo destin. Ma d'[[Ettore]]
 
   ché conoscevo il tuo destin. Ma d'[[Ettore]]
 
   le frequenti ambasciate e i mille inviti
 
   le frequenti ambasciate e i mille inviti
 
   t'ebber convinto a sostener gli amici.
 
   t'ebber convinto a sostener gli amici.
 
   E della strage [[Atena]] è sola autrice.
 
   E della strage [[Atena]] è sola autrice.
   Non la compieva [[Ulisse]], e non il figlio
+
   Non la compieva Ulisse, e non il figlio
   di [[Tideo]], pur compiendola: non credere
+
   di Tideo, pur compiendola: non credere
 
   che ignara io sia di ciò. Pure, alla tua
 
   che ignara io sia di ciò. Pure, alla tua
 
   città rendiam piú che ad ogni altra onore,
 
   città rendiam piú che ad ogni altra onore,
 
   frequentiam quella terra; ed i segreti
 
   frequentiam quella terra; ed i segreti
   degli arcani misteri [[Orfeo]] svelò,
+
   degli arcani misteri Orfeo svelò,
 
   cugino di costui ch'ora tu spengi.
 
   cugino di costui ch'ora tu spengi.
   E il tuo concittadin santo, [[Muse]]o,
+
   E il tuo concittadin santo, Museo,
 
   che tanto si levò su tutti gli uomini,
 
   che tanto si levò su tutti gli uomini,
 
   [[Febo]], e noi, sue sorelle, ammaestrammo.
 
   [[Febo]], e noi, sue sorelle, ammaestrammo.
Riga 1 355: Riga 1 355:
 
   che tu l'avessi ucciso t'accusò.
 
   che tu l'avessi ucciso t'accusò.
 
[[Ettore]]:
 
[[Ettore]]:
   Tutto io sapevo; e per saper che [[Ulisse]]
+
   Tutto io sapevo; e per saper che Ulisse
 
   con l'arti sue l'aveva ucciso, d'uopo
 
   con l'arti sue l'aveva ucciso, d'uopo
 
   di profeti non era. E quanto a me,
 
   di profeti non era. E quanto a me,
Riga 1 369: Riga 1 369:
 
MUSA:
 
MUSA:
 
   Nelle latèbre della terra oscure
 
   Nelle latèbre della terra oscure
   esso non scenderà: tanto di [[Demetra]]
+
   esso non scenderà: tanto di Demetra
 
   Dea delle spighe io pregherò la figlia,
 
   Dea delle spighe io pregherò la figlia,
 
   sposa al Signore di laggiú, che l'anima
 
   sposa al Signore di laggiú, che l'anima
 
   del figliuol mi conceda; ed essa ha l'obbligo
 
   del figliuol mi conceda; ed essa ha l'obbligo
 
   con me, che onor palesemente rendo
 
   con me, che onor palesemente rendo
   agli amici d'[[Orfeo]]. Ma d'ora innanzi,
+
   agli amici d'Orfeo. Ma d'ora innanzi,
 
   per me sarà come se morto ei sia,
 
   per me sarà come se morto ei sia,
 
   né luce vegga piú. Perché trovarsi
 
   né luce vegga piú. Perché trovarsi
Riga 1 381: Riga 1 381:
 
   terra nascosto negli oscuri anfratti,
 
   terra nascosto negli oscuri anfratti,
 
   uomo e Nume sarà, vivo e sepolto,
 
   uomo e Nume sarà, vivo e sepolto,
   come di [[Dioniso]] il sacerdote ch'abita
+
   come di Dioniso il sacerdote ch'abita
 
   l'alpe di Pange, e pei veggenti è Nume.
 
   l'alpe di Pange, e pei veggenti è Nume.
 
   E per la Dea del mar breve il mio cruccio
 
   E per la Dea del mar breve il mio cruccio
 
   sarà: ché morir deve anche il suo figlio.
 
   sarà: ché morir deve anche il suo figlio.
   E noi, sorelle [[Muse]], i canti funebri
+
   E noi, sorelle Muse, i canti funebri
 
   intoneremo per te prima, e un giorno
 
   intoneremo per te prima, e un giorno
 
   per il figlio di Teti, [[Achille]]: Pallade
 
   per il figlio di Teti, [[Achille]]: Pallade
Riga 1 408: Riga 1 408:
 
   confido oggi, e le navi ardere e struggere.
 
   confido oggi, e le navi ardere e struggere.
 
   Sarà foriero il sol che i raggi approssima
 
   Sarà foriero il sol che i raggi approssima
   del dí che [[Troia]] dai nemici liberi.
+
   del dí che Troia dai nemici liberi.
 
CORO:
 
CORO:
 
   S'indossino l'armi, si muova,
 
   S'indossino l'armi, si muova,

Per favore tieni presente che tutti i contributi a Il Crepuscolo degli Dèi possono essere modificati, stravolti o cancellati da altri contributori. Se non vuoi che i tuoi testi possano essere alterati, allora non inserirli.
Inviando il testo dichiari inoltre, sotto tua responsabilità, che è stato scritto da te personalmente oppure è stato copiato da una fonte di pubblico dominio o similarmente libera (vedi Il Crepuscolo degli Dèi:Copyright per maggiori dettagli). Non inviare materiale protetto da copyright senza autorizzazione!

Annulla Guida (si apre in una nuova finestra)