Bagadjimbiri



				

				

I due dèi fratelli ai quali i Karadjeri dell’Australia del nord ovest attribuiscono la creazione del mondo. Prima che i due fratelli sorgessero dal suolo, non c’era niente. I Bagadjimbiri fecero le pozze d’acqua; con un fungo velenoso e un fungo commestibile formarono gli organi genitali delle prime genti, che non avevano sesso, e istituirono il rituale della circoncisione. Dopo che i due fratelli ebbero assunto la forma di due uomini giganteschi alti fino al cielo, vennero a lite con un uomo-gatto di nome Ngariman che avevano disturbato con le loro risate. Ngariman e i suoi parenti uccisero i due fratelli con le lance, ma la furiosa Dilga, loro madre e dea della terra, fece sì che il suo latte scorresse sotto terra fino al luogo dell’assassinio, dove risuscitò le vittime e fece affogare gli assassini. I Bagadjimbiri rinacquero, ma dopo un po’ di tempo decisero di morire, trasformarono i loro corpi in serpenti d’acqua e fecero salire in cielo i loro spiriti in forma di grandi nuvole.