Amergin mac Miled



				

				

Amergin mac Míled (o Aimhirghin), conosciuto con l'epiteto glúngel ("bianco ginocchio"), era figlio di Mil Espaine e ricopriva il ruolo di druido, bardo e giudice dei Milesi, secondo la tradizione il primo popolo gaelico d'Irlanda. A lui sono attribuiti diversi poemi riguardanti l'epopea di questo popolo mitico.
Gli invasori milesi, guidati dagli otto figli di Mil, morto nella penisola iberica, terra da cui i Milesi sono originari, giungono in Irlanda assetati di vendetta per l'assassinio di Ith, un loro esploratore ucciso a tradimento dai tre re dei Tuatha De Danann, Sethor Mac Cuill, Cethor Mac Cecht e Tethor Mac Greine. Arrivati ricevono il consenso ad insediarsi sull'isola in successione dalle tre regine, Banba, Eriu e Fodla. Ognuna delle tre sorelle però chiede ad Amergin che dia il proprio nome al paese dopo la propria morte. Proprio dall'antico nome di Eriu deriva quello moderno di Eire, mentre gli altri due appellativi sono rimasti piuttosto relegati al complesso del linguaggio poetico.
Ma se i Milesi volevano restare in quelle terre dovevano prima vincere i tre re e i loro uomini. Proprio Amergin figura come arbitro imparziale della contesa e fissa le regole per stabilire la vittoria. I Milesi accettano così di ritirarsi dall'Irlanda "oltre la nona onda" (un termine che non indica un confine geografico, bensì una frontiera magica). Al segnale convenuto essi muovono verso la spiaggia, ma i druidi dei Tuatha De Danann scatenano una tempesta magica che impedisca loro di toccare terra. Solo l'intervento di Amergin, che invoca cantando lo "spirito d'Irlanda", rompe la barriera e permette l'attracco della nave. Questa canzone salvifica rimarrà nota come la "Canzone di Amergin". Dopo gravi perdite da entrambe le parti i Milesi vincono la battaglia: i tre re dei Tuatha De Danann vengono vinti in duello dai tre superstiti figli di Mil, Eber Finn, Eremon e lo stesso Amergin il Druido. Quest'ultimo poi dividerà l'isola così conquistata tra i suoi fratelli, dando a Eber la metà meridionale, ad Eremon quella settentrionale.
Da notare la somiglianza tra i poemi del leggendario poeta gallese Taliesin e quelli attribuiti all'irlandese Amergin mac Miled.