Differenze tra le versioni di "Velu Mate"

Riga 1: Riga 1:
 
Velu mate (“madre dei [[Veles]]”) è la dea della morte e la sovrana del regno dei morti. Accoglie i morti, ma chi è vivo cerca sempre di ingannarla per rimanere in questo mondo più a lungo. Si ritiene che i [[Veles]] siano i suoi figli, anche se è più probabile che siano le anime dei morti. Può essere intesa anche come un sinonimo di quello che è il Sole in questo mondo (i paralleli sono fra “si saule” “questo sole, questo mondo” e “vinsaule” o “aizsaule” “quel mondo, il retromondo”, che è il regno di Velu Mate).
 
Velu mate (“madre dei [[Veles]]”) è la dea della morte e la sovrana del regno dei morti. Accoglie i morti, ma chi è vivo cerca sempre di ingannarla per rimanere in questo mondo più a lungo. Si ritiene che i [[Veles]] siano i suoi figli, anche se è più probabile che siano le anime dei morti. Può essere intesa anche come un sinonimo di quello che è il Sole in questo mondo (i paralleli sono fra “si saule” “questo sole, questo mondo” e “vinsaule” o “aizsaule” “quel mondo, il retromondo”, che è il regno di Velu Mate).
  
 +
[[Categoria:Mitologia Baltica]]
 
[[Categoria:Mitologia Lettone]]
 
[[Categoria:Mitologia Lettone]]
 
[[Categoria:Europa]]
 
[[Categoria:Europa]]

Versione delle 07:26, 7 lug 2013

Velu mate (“madre dei Veles”) è la dea della morte e la sovrana del regno dei morti. Accoglie i morti, ma chi è vivo cerca sempre di ingannarla per rimanere in questo mondo più a lungo. Si ritiene che i Veles siano i suoi figli, anche se è più probabile che siano le anime dei morti. Può essere intesa anche come un sinonimo di quello che è il Sole in questo mondo (i paralleli sono fra “si saule” “questo sole, questo mondo” e “vinsaule” o “aizsaule” “quel mondo, il retromondo”, che è il regno di Velu Mate).