Modifica di Penelope

Attenzione: non hai effettuato l'accesso. Se effettuerai delle modifiche il tuo indirizzo IP sarà visibile pubblicamente. Se accedi o crei un'utenza, le tue modifiche saranno attribuite al tuo nome utente, insieme ad altri benefici.

Questa modifica può essere annullata. Controlla le differenze mostrate sotto fra le due versioni per essere certo che il contenuto corrisponda a quanto desiderato, e quindi salvare le modifiche per completare la procedura di annullamento.
Versione attuale Il tuo testo
Riga 25: Riga 25:
 
}}
 
}}
  
Figlia di [[Icario]] e di [[Peribea (2)|Peribea]], moglie di [[Ulisse]], madre di [[Telemaco]].  
+
Figlia di [[Icario]] e di [[Peribea (2)|Peribea]], moglie di [[Ulisse]], madre di [[Telemaco]]. Durante l'assenza del marito, cento giovani nobili di [[Itaca]] e delle altre [[Ionie]] aspirarono alla sua mano, ma essa, fedele al marito, li tenne a bada dicendo che avrebbe preso una decisione quando avesse finito di tessere un lenzuolo. Ma ciò che tesseva di giorno, lo distesseva poi la notte. Scoperto l'inganno i principi (chiamati [[Proci]]) la obbligarono a scegliere. Ed ella disse che avrebbe scelto colui che avesse vinto gli altri in una gara di tiro col famoso arco di [[Ulisse]], e disse questo poichè era sicura che nessuno era capace di piegare quel formidabile arco. Nel giorno della gara, [[Ulisse]] arrivò ad [[Itaca]], e solo lui riuscì a tendere l'arco, col quale uccise molti dei [[Proci]], aiutato da [[Telemaco]] e dai servi [[Eumeo]] e [[Filezio]].
 
 
==LA TELA==
 
Durante l'assenza del marito, cento giovani nobili di [[Itaca]] e delle altre [[Ionie]] aspirarono alla sua mano, ma essa, fedele al marito, li tenne a bada dicendo che avrebbe preso una decisione quando avesse finito di tessere un lenzuolo. Ma ciò che tesseva di giorno, lo disfaceva poi la notte. Scoperto l'inganno i principi (chiamati [[Proci]]) la obbligarono a scegliere. Allora Penelope disse che avrebbe scelto colui che avesse vinto gli altri in una gara di tiro col famoso arco di [[Ulisse]], essendo sicura che nessuno sarebbe stato capace di piegare quel formidabile arco. Nel giorno della gara, [[Ulisse]] arrivò ad [[Itaca]], e solo lui riuscì a tendere l'arco, col quale uccise molti dei [[Proci]], aiutato da [[Telemaco]] e dai servi [[Eumeo]] e [[Filezio]].
 
  
  

Per favore tieni presente che tutti i contributi a Il Crepuscolo degli Dèi possono essere modificati, stravolti o cancellati da altri contributori. Se non vuoi che i tuoi testi possano essere alterati, allora non inserirli.
Inviando il testo dichiari inoltre, sotto tua responsabilità, che è stato scritto da te personalmente oppure è stato copiato da una fonte di pubblico dominio o similarmente libera (vedi Il Crepuscolo degli Dèi:Copyright per maggiori dettagli). Non inviare materiale protetto da copyright senza autorizzazione!

Annulla Guida (si apre in una nuova finestra)