Nitteo

(Differenze fra le revisioni)



				

				
			
Riga 1: Riga 1:
-
Padre di [[Antiope]]. E' generalmente considerato fratello di [[Lico]], e figlio di [[Irieo]] e di [[Clonia]], perciò discendente da [[Poseidone]] e dalle [[Pleiadi]]. Ma i mitografi, confondendo i due [[Lico]] - uno figlio di [[Poseidone]] e di [[Celeno]], l'altro figlio d'[[Irieo]] e nipote di [[Poseidone]] e d'[[Alcione]] - hanno talvolta fatto di Nitteo il figlio di [[Celeno]] e di [[Poseidone]].
+
Padre di [[Antiope]] e [[Nitteide]]. E' generalmente considerato fratello di [[Lico]], e figlio di [[Irieo]] e di [[Clonia]], perciò discendente da [[Poseidone]] e dalle [[Pleiadi]]. Ma i mitografi, confondendo i due [[Lico]] - uno figlio di [[Poseidone]] e di [[Celeno]], l'altro figlio d'[[Irieo]] e nipote di [[Poseidone]] e d'[[Alcione]] - hanno talvolta fatto di Nitteo il figlio di [[Celeno]] e di [[Poseidone]].
Esistono tuttavia altre versioni in apparenza inconciliabili con la precedente: per esempio, [[Lico]] e Nitteo sono figli di [[Ctonio]], uno degli uomini nati dai denti del drago ucciso da [[Cadmo]]. In questa versione erano fuggiti da [[Eubea]], poiché avevano ucciso [[Flegia]], si erano stabiliti a [[Tebe]], e qui erano diventati amici del re [[Penteo]]. Avevano anche esercitato la reggenza per un certo periodo di tempo. Ma Nitteo, allorchè la figlia [[Antiope]] fuggì a [[Sicione]] da [[Epopeo]], si diede la morte e affidò a [[Lico]] il compito di vendicarlo. Una variante della stessa tradizione, riferita da Pausania, vuole che Nitteo sia stato ucciso sul campo di battaglia, in una spedizione contro [[Sicione]] per punire il re di questa città, [[Epopeo]], il quale aveva rapito [[Antiope]]. Anche [[Epopeo]] fu ferito in quello stesso combattimento e non tardò a morire.
Esistono tuttavia altre versioni in apparenza inconciliabili con la precedente: per esempio, [[Lico]] e Nitteo sono figli di [[Ctonio]], uno degli uomini nati dai denti del drago ucciso da [[Cadmo]]. In questa versione erano fuggiti da [[Eubea]], poiché avevano ucciso [[Flegia]], si erano stabiliti a [[Tebe]], e qui erano diventati amici del re [[Penteo]]. Avevano anche esercitato la reggenza per un certo periodo di tempo. Ma Nitteo, allorchè la figlia [[Antiope]] fuggì a [[Sicione]] da [[Epopeo]], si diede la morte e affidò a [[Lico]] il compito di vendicarlo. Una variante della stessa tradizione, riferita da Pausania, vuole che Nitteo sia stato ucciso sul campo di battaglia, in una spedizione contro [[Sicione]] per punire il re di questa città, [[Epopeo]], il quale aveva rapito [[Antiope]]. Anche [[Epopeo]] fu ferito in quello stesso combattimento e non tardò a morire.
Riga 6: Riga 6:
[[Categoria:Mediterraneo]]
[[Categoria:Mediterraneo]]
[[Categoria:Grecia]]
[[Categoria:Grecia]]
 +
[[Categoria:Umani]]
 +
[[Categoria:Nobili]]
 +
[[Categoria:Suicidio]]
 +
[[Categoria:Sesso: Maschio]]
 +
[[Categoria:Indole: Neutrale]]
 +
[[Categoria:Aspetto: Antropomorfo]]

Versione del 21:36, 31 gen 2012

Padre di Antiope e Nitteide. E' generalmente considerato fratello di Lico, e figlio di Irieo e di Clonia, perciò discendente da Poseidone e dalle Pleiadi. Ma i mitografi, confondendo i due Lico - uno figlio di Poseidone e di Celeno, l'altro figlio d'Irieo e nipote di Poseidone e d'Alcione - hanno talvolta fatto di Nitteo il figlio di Celeno e di Poseidone. Esistono tuttavia altre versioni in apparenza inconciliabili con la precedente: per esempio, Lico e Nitteo sono figli di Ctonio, uno degli uomini nati dai denti del drago ucciso da Cadmo. In questa versione erano fuggiti da Eubea, poiché avevano ucciso Flegia, si erano stabiliti a Tebe, e qui erano diventati amici del re Penteo. Avevano anche esercitato la reggenza per un certo periodo di tempo. Ma Nitteo, allorchè la figlia Antiope fuggì a Sicione da Epopeo, si diede la morte e affidò a Lico il compito di vendicarlo. Una variante della stessa tradizione, riferita da Pausania, vuole che Nitteo sia stato ucciso sul campo di battaglia, in una spedizione contro Sicione per punire il re di questa città, Epopeo, il quale aveva rapito Antiope. Anche Epopeo fu ferito in quello stesso combattimento e non tardò a morire.