Modifica di Lot (1)

Attenzione: non hai effettuato l'accesso. Se effettuerai delle modifiche il tuo indirizzo IP sarà visibile pubblicamente. Se accedi o crei un'utenza, le tue modifiche saranno attribuite al tuo nome utente, insieme ad altri benefici.

Questa modifica può essere annullata. Controlla le differenze mostrate sotto fra le due versioni per essere certo che il contenuto corrisponda a quanto desiderato, e quindi salvare le modifiche per completare la procedura di annullamento.
Versione attuale Il tuo testo
Riga 1: Riga 1:
{{Voce
+
Nipote di [[Abramo]] che visse a [[Sodoma]]. Dio gli inviò degli [[angeli]] (Genesi 19,1). Poi il Signore lo salvò dalla distruzione di [[Sodoma]] (Genesi 19,16). Egli era fuggito con le figlie e la moglie, ma questa fu convertita in una statua di sale, dopo che si voltò indietro per guardare la città che bruciava, trasgredendo così gli ordini divini.
|anagrafica= SCHEDA ANAGRAFICA
 
|nome originale=-
 
|altri nomi=-
 
|immagine=[[Immagine:Noimage.jpg|250px]]
 
|etimo=-
 
|sesso=Maschio
 
|sezione=Mitologia Semitica
 
|continente=Asia
 
|area=Medio Oriente
 
|paese=Israele
 
|origine=Ebrei
 
|tipologia=Umani
 
|sottotipologia=Religiosi
 
|specificità=Profeti
 
|sub=-
 
|indole=Benevola
 
|aspetto=Antropomorfo
 
|animali=-
 
|piante=-
 
|attributi=-
 
|elemento=-
 
|habitat=-
 
|ambiti=[[Elenchi:Ebbrezza|Ebbrezza]], [[Elenchi:Incesto|Incesto]]
 
}}
 
 
 
Nipote di [[Abramo]] che visse a [[Sodoma]]: chiamato anche Loth. In gioventù venne fatto prigioniero insieme a molti suoi concittadini dal re dell'[[Elam]] e dai suoi alleati, ma [[Abramo]] li liberò e Lot poté far ritorno a [[Sodoma]]. Dio poi gli inviò degli [[angeli]], ed egli li accolse nella sua casa (Genesi 19,1). Il Signore lo premiò salvandolo dalla distruzione di [[Sodoma]] (Genesi 19,16). Lot era fuggito con le due figlie e la moglie, ma questa fu convertita in una statua di sale, dopo che si voltò indietro per guardare la città che bruciava, trasgredendo così gli ordini divini. In seguito le figlie lo ubriacarono per accoppiarsi con lui ed avere della prole: dai due rapporti incestuosi nacquero [[Moab (1)|Moab]] e [[Ben-Ammi]]; tutto questo si legge nella [[Genesi]]. Secondo la tradizione islamica, invece, le figlie di Lot erano omosessuali e l'incesto col padre non sarebbe mai avvenuto; Lot è qui inoltre considerato un profeta.
 
  
 
==Fonti==
 
==Fonti==
 
*[[Bibbia]], [[Genesi]] 19,1 e 19,16
 
*[[Bibbia]], [[Genesi]] 19,1 e 19,16
  
== Riferimenti artistici ==
 
*Albrecht Dürer, ''Lot e le figlie'', dipinto.
 
*Luca Giordano, ''Lot e le figlie'', dipinto.
 
 
 
[[Categoria:Mitologia Semitica]]
 
 
[[Categoria:Mitologia Ebraica]]
 
[[Categoria:Mitologia Ebraica]]
[[Categoria:Asia]]
 
[[Categoria:Medio Oriente]]
 
[[Categoria:Israele]]
 
[[Categoria:Mitologia Islamica]]
 
[[Categoria:Umani]]
 
[[Categoria:Religiosi]]
 
[[Categoria:Profeti]]
 
[[Categoria:Incesto]]
 
[[Categoria:Ebbrezza]]
 
[[Categoria:Sesso: Maschio]]
 
[[Categoria:Indole: Benevola]]
 
[[Categoria:Aspetto: Antropomorfo]]
 

Per favore tieni presente che tutti i contributi a Il Crepuscolo degli Dèi possono essere modificati, stravolti o cancellati da altri contributori. Se non vuoi che i tuoi testi possano essere alterati, allora non inserirli.
Inviando il testo dichiari inoltre, sotto tua responsabilità, che è stato scritto da te personalmente oppure è stato copiato da una fonte di pubblico dominio o similarmente libera (vedi Il Crepuscolo degli Dèi:Copyright per maggiori dettagli). Non inviare materiale protetto da copyright senza autorizzazione!

Annulla Guida (si apre in una nuova finestra)

Template utilizzato in questa pagina: