Gizo



				

				

Dio venerato da alcuni settari buddisti come protettore dei viandanti e degli infelici sofferenti di mali fisici e morali. In epoca tarda, Gizo venne confuso con una divinità del Fuoco che aveva un tempio sul monte Atago; sotto questa veste è rappresentato vestito come un guerriero cinese. In altre iconografie appare in abito di monaco buddista, col capo rasato, una perla in mano, e nell'altra un bastone da pellegrino. A Gizo sono consacrati numerosi templi e statue, alcune delle quali sono poste agli angoli delle strade.