Modifica di Fillide (2)



				

				

Attenzione: Accesso non effettuato. Nella cronologia della pagina verrà registrato l'indirizzo IP.

Questa modifica può essere annullata. Verificare il confronto presentato di seguito per accertarsi che il contenuto corrisponda a quanto desiderato e quindi salvare le modifiche per completare la procedura di annullamento.

Versione corrente Il tuo testo
Riga 1: Riga 1:
-
{{Voce
 
-
|anagrafica= SCHEDA ANAGRAFICA
 
-
|nome originale=-
 
-
|altri nomi=-
 
-
|immagine=[[Immagine:Noimage.jpg|200px]]
 
-
|etimo=-
 
-
|sesso=Femmina
 
-
|sezione=Mitologia Classica
 
-
|continente=Europa
 
-
|area=Mediterraneo
 
-
|paese=Grecia
 
-
|origine=Greci
 
-
|tipologia=Umani
 
-
|sottotipologia=Nobili
 
-
|specificità=Principi
 
-
|indole=Benevola
 
-
|aspetto=Antropomorfo
 
-
|animali=-
 
-
|piante=-
 
-
|attributi=-
 
-
|elemento=-
 
-
|habitat=-
 
-
|ambiti=[[Elenchi:Amori|Amori]], [[Elenchi:Suicidio|Suicidio]]
 
-
}}
 
-
 
Figlia di [[Licurgo]]. [[Demofoonte]], figlio di [[Teseo]], durante il suo viaggio di ritorno da [[Troia]] approdò nella terra dei Traci Bisalti e colà Fillide, una principessa bisaltia, si innamorò di lui. Demofoonte la sposò e divenne re. Quando fu stanco di vivere in Tracia e decise di riprendere il viaggio, Fillide non potè fare nulla per trattenerlo. "Debbo recarmi ad Atene a riabbracciare mia madre", disse Demofonte. "Avresti dovuto pensarci prima di salire sul mio trono", rispose Fillide in lacrime. "La legge non permette che tu ti allontani per più di qualche mese". Demofoonte giurò su tutti gli dèi dell'[[Olimpo]] che sarebbe tornato di lì a un anno, ma Fillide sapeva che era una menzogna. Lo accompagnò fino al porto di [[Enneodo]] e gli consegnò un cofanetto contenente un amuleto sacro della Madre [[Rea (1)|Rea]], che avrebbe dovuto aprire solo nel caso in cui avesse perso ogni speranza di tornare da lei.
Figlia di [[Licurgo]]. [[Demofoonte]], figlio di [[Teseo]], durante il suo viaggio di ritorno da [[Troia]] approdò nella terra dei Traci Bisalti e colà Fillide, una principessa bisaltia, si innamorò di lui. Demofoonte la sposò e divenne re. Quando fu stanco di vivere in Tracia e decise di riprendere il viaggio, Fillide non potè fare nulla per trattenerlo. "Debbo recarmi ad Atene a riabbracciare mia madre", disse Demofonte. "Avresti dovuto pensarci prima di salire sul mio trono", rispose Fillide in lacrime. "La legge non permette che tu ti allontani per più di qualche mese". Demofoonte giurò su tutti gli dèi dell'[[Olimpo]] che sarebbe tornato di lì a un anno, ma Fillide sapeva che era una menzogna. Lo accompagnò fino al porto di [[Enneodo]] e gli consegnò un cofanetto contenente un amuleto sacro della Madre [[Rea (1)|Rea]], che avrebbe dovuto aprire solo nel caso in cui avesse perso ogni speranza di tornare da lei.
<br>Demofoonte non aveva affatto intenzione di recarsi ad Atene; egli infatti dirottò a sudest verso Cipro, dove si stabilì. E quando l'anno fu trascorso, Fillide lo maledì in nome di Rea, bevve del veleno e morì. In quella stessa ora, Demofoonte fu preso dalla curiosità di vedere che cosa mai contenesse il cofanetto e il magico amuleto (nessuno ne conosce la natura), lo aprì e fu preso da un folle panico. Egli inforcò il cavallo e si lanciò al galoppo, percuotendosi la testa col piatto della spada, finché inciampò e cadde. La spada si conficcò nel terreno con la punta rivolta all'insù e Demofoonte ne fu trafitto mentre precipitava.
<br>Demofoonte non aveva affatto intenzione di recarsi ad Atene; egli infatti dirottò a sudest verso Cipro, dove si stabilì. E quando l'anno fu trascorso, Fillide lo maledì in nome di Rea, bevve del veleno e morì. In quella stessa ora, Demofoonte fu preso dalla curiosità di vedere che cosa mai contenesse il cofanetto e il magico amuleto (nessuno ne conosce la natura), lo aprì e fu preso da un folle panico. Egli inforcò il cavallo e si lanciò al galoppo, percuotendosi la testa col piatto della spada, finché inciampò e cadde. La spada si conficcò nel terreno con la punta rivolta all'insù e Demofoonte ne fu trafitto mentre precipitava.
Riga 38: Riga 13:
[[Categoria:Mediterraneo]]
[[Categoria:Mediterraneo]]
[[Categoria:Grecia]]
[[Categoria:Grecia]]
-
[[Categoria:Nobili]]
 
[[Categoria:Principi]]
[[Categoria:Principi]]
[[Categoria:Umani]]
[[Categoria:Umani]]
Image Plus

Nota: tutti i contributi inviati a Il Crepuscolo degli Dèi possono essere modificati, stravolti o cancellati da parte degli altri partecipanti. Se non desideri che i tuoi testi possano essere modificati senza alcun riguardo, non inviarli a questo sito.
Con l'invio del testo dichiari inoltre, sotto la tua responsabilità, che il testo è stato scritto da te personalmente oppure che è stato copiato da una fonte di pubblico dominio o analogamente libera. (vedi Il_Crepuscolo_degli_Dèi:Copyright per maggiori dettagli) NON INVIARE MATERIALE COPERTO DA DIRITTO DI AUTORE SENZA AUTORIZZAZIONE!


Annulla | Guida (si apre in una nuova finestra)

Template utilizzati in questa pagina: