Modifica di Familiare

Attenzione: non hai effettuato l'accesso. Se effettuerai delle modifiche il tuo indirizzo IP sarà visibile pubblicamente. Se accedi o crei un'utenza, le tue modifiche saranno attribuite al tuo nome utente, insieme ad altri benefici.

Questa modifica può essere annullata. Controlla le differenze mostrate sotto fra le due versioni per essere certo che il contenuto corrisponda a quanto desiderato, e quindi salvare le modifiche per completare la procedura di annullamento.
Versione attuale Il tuo testo
Riga 3: Riga 3:
 
<br>Gli spiriti familiari si possono ottenere in quattro modi: direttamente dal [[Diavolo]], come dono; da un'altra strega, sempre in dono (è bene specificare che si parla sempre degli spiriti serventi, perché la potestà di quelli divinatori spettava esclusivamente al Diavolo); in eredità dalla propria madre, strega a sua volta; o, infine, per mezzo di opportune pratiche magiche.
 
<br>Gli spiriti familiari si possono ottenere in quattro modi: direttamente dal [[Diavolo]], come dono; da un'altra strega, sempre in dono (è bene specificare che si parla sempre degli spiriti serventi, perché la potestà di quelli divinatori spettava esclusivamente al Diavolo); in eredità dalla propria madre, strega a sua volta; o, infine, per mezzo di opportune pratiche magiche.
  
==ICONOGRAFIA==
+
==Iconografia==
 
Lo spirito familiare era una sorta di [[folletto]] o di piccolo [[demone]], che in genere assumeva la forma di un gattino, un cagnolino, un furetto, un rospo o simili. Spesso però, nell'iconografia soprattutto, l'animale diviene parzialmente mostruoso. In un processo tenutosi in America nel 1692 a Salem alcuni Familiari vengono così descritti: «Una cosa con una testa di donna, ma con due ali e due gambs»; «Un'altra cosa, tutta pelosa e capelluta; camminava all'impiedi come un uomo ed aveva due sole gambe». Quest'ultima viene ulteriormente descritta più avanti come una cosa «tutta quanta pelosa e capelluta, anche in faccia, e con un naso lungo; non so come descrivere la faccia; è alta due o tre piedi e cammina come un uomo». Alcuni di questi spiriti familiari sono raffigurati in una celebre illustrazione che ritrae il famoso demonologo inglese Matthew Hopkins con due streghe ed i loro familiari, che sono indicati con i nomi personali. Vediamo [[Jarmara]], cane grassoccio e peloso, bianco a macchie rosse, con le zampe corte in modo anormale; [[Vinegar Tom]], una specie di levriero dalle gambe lunghissime, e vari altri animaletti.
 
Lo spirito familiare era una sorta di [[folletto]] o di piccolo [[demone]], che in genere assumeva la forma di un gattino, un cagnolino, un furetto, un rospo o simili. Spesso però, nell'iconografia soprattutto, l'animale diviene parzialmente mostruoso. In un processo tenutosi in America nel 1692 a Salem alcuni Familiari vengono così descritti: «Una cosa con una testa di donna, ma con due ali e due gambs»; «Un'altra cosa, tutta pelosa e capelluta; camminava all'impiedi come un uomo ed aveva due sole gambe». Quest'ultima viene ulteriormente descritta più avanti come una cosa «tutta quanta pelosa e capelluta, anche in faccia, e con un naso lungo; non so come descrivere la faccia; è alta due o tre piedi e cammina come un uomo». Alcuni di questi spiriti familiari sono raffigurati in una celebre illustrazione che ritrae il famoso demonologo inglese Matthew Hopkins con due streghe ed i loro familiari, che sono indicati con i nomi personali. Vediamo [[Jarmara]], cane grassoccio e peloso, bianco a macchie rosse, con le zampe corte in modo anormale; [[Vinegar Tom]], una specie di levriero dalle gambe lunghissime, e vari altri animaletti.
  

Per favore tieni presente che tutti i contributi a Il Crepuscolo degli Dèi possono essere modificati, stravolti o cancellati da altri contributori. Se non vuoi che i tuoi testi possano essere alterati, allora non inserirli.
Inviando il testo dichiari inoltre, sotto tua responsabilità, che è stato scritto da te personalmente oppure è stato copiato da una fonte di pubblico dominio o similarmente libera (vedi Il Crepuscolo degli Dèi:Copyright per maggiori dettagli). Non inviare materiale protetto da copyright senza autorizzazione!

Annulla Guida (si apre in una nuova finestra)