Bhuta

(Differenze fra le revisioni)



				

				
			
(Nuova pagina: Nome collettivo di una serie di spiriti maligni, parzialmente incorporei, che sono invisibili, non proiettano ombra e fluttuano a mezz'aria, ma che possono essere nocivi per i viventi,...)
Riga 2: Riga 2:
[[Categoria:Mitologia Indiana]]
[[Categoria:Mitologia Indiana]]
 +
[[Categoria:Asia]]
 +
[[Categoria:Estremo Oriente]]
 +
[[Categoria:India]]
[[Categoria:Vampiri]]
[[Categoria:Vampiri]]
[[Categoria:Creature Fantastiche dell'India]]
[[Categoria:Creature Fantastiche dell'India]]

Versione del 20:33, 31 ott 2011

Nome collettivo di una serie di spiriti maligni, parzialmente incorporei, che sono invisibili, non proiettano ombra e fluttuano a mezz'aria, ma che possono essere nocivi per i viventi, apportando loro malattie, epilessia e pazzia. È loro consacrata la luna piena e si crede che infestino le case diroccate e i boschi, e che li spaventi solo il fumo ottenuto dalla combustione di curcuma. Secondo alcune fonti sarebbero anche carnivori, ed assimilabili a Vampiri. Questa, somiglianza diviene più stretta in epoca più recente, quando si inizia a credere che possano divenire Bhuta anche coloro che sono morti di morte violenta, o quelli sul cui cadavere non siano stati celebrati i riti funebri. Tuttavia, non sembra che il paragone con i vampiri possa essere calzante fino in fondo. I Bhuta infatti esercitano un'influenza malefica anche sui raccolti, le faccende quotidiane e il bestiame, ed inoltre non sono legati personalmente e strettamente ad uno specifico cadavere come i vampiri. E ssi rimangono una generica turba di spiriti erranti, senza connotazioni precise.