A'ra

Versione del 27 set 2021 alle 16:41 di Ilcrepuscolo (discussione | contributi) (Sostituzione testo - "|attributi1=- |attributi2=- |attributi3=- |attributi4=-" con "|alimenti1=- |alimenti2=- |alimenti3=- |alimenti4=- |armi1=- |armi2=- |armi3=- |armi4=- |armi5=- |armi6=- |armi7=- |armi8=- |abbigliamento1=- |abbigliamento2=- |abbigli...)
SCHEDA ANAGRAFICA
IDENTITA'
Nome orig.: -
Altri nomi: -
Etimologia: Altare, posto sacro o tingere
Sezione: Mitologia Islamica
Origine: Musulmani
Tipologia: Divinità
Sesso: Maschio
ATTRIBUTI
Aspetto: Antropomorfo
Animali: {{{animali}}}
Piante: {{{piante}}}
Altri attr.: {{{attributi}}}
CARATTERI
Indole: Benevola
Elemento: Terra
Habitat: -
Tematiche: {{{ambiti}}}

Tra le le tante divinità pre-islamiche venerate nel monumento del al-Ka'aba a La Mecca.

ETIMOLOGIA

Il suo nome significava “altare”, “posto santo”, ma voleva dire anche “tingersi”. Entrambi i significati hanno infatti senso: A'ra era tinto dal sangue derivato dall’alto numero dei sacrifici, a volte anche di bambini, offerti e tinti dal sangue dai suoi credenti verso di lui.

CULTI

Il suo culto forse deriva da quello di Dhu’l-Shara. Presso i Greci era noto come Arras e lo conosciamo grazie alle iscrizione rinvenute a Bosra. Aveva come idolo una statua in pietra con un segno bianco sulla fronte.