Veles (1)



				

				
SCHEDA
IDENTITA'
Nome originale: Велес
Altri nomi: Veless, Weless, Voloss, Woloss, Woles, Wlacie, Wel, Skotibog, Skotybog, Zembog
Etimologia: Dio Nero
Sesso: Maschio
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Mitologia Slava
Continente: Europa
Area: Europa dell'Est
Paese: Russia
Popolo/Regione: Slavi orientali
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Divinità
Sottotipologia: -
Specificità: -
ATTRIBUTI
Aspetto: Uomo-Animale
Animali: Lupo, Orso, Serpente, Drago
Piante: Salice
Altri attributi: -
CARATTERI
Indole: Neutrale
Elemento: Terra
Habitat: Cielo
Tematiche: Morte, Bestiame, Poesia, Mercanti

Importante divinita' del pantheon slavo: la sua caratteristica erano le corna, ed egli proteggeva il bestiame e i pascoli. Era anche il Dio dei morti e spesso, come Perun veniva invocato nei giuramenti. ma anche maestro della foresta e degli animali selvatici e dio del commercio. È anche il dio dell'ispirazione e della vista poetica, come sottolinea il suo nome che deriva dalla radice indoeuropea *wel, che implica vista e abilità magiche. Il Libro di Veles è dedicato a lui. Conosciuto anche come il "Dio Cornuto", Veles è un dio maschio della terra, incarnando il "Dio nero" della doppia teologia. In quanto tale, è l'opposto delle manifestazioni celesti del "Dio Bianco" (Svarog e i suoi figli, ma specialmente Perun).

[modifica] Altri nomi

Un altro nome di Veles usato dagli slavi baltici è Tjarnaglofi ("Testa nera", che lo identifica come Chernobog). Il nome Zembog significa letteralmente "Datore della Terra" e potrebbe riferirsi a Veles.

[modifica] Culto

Con il cristianesimo alcune sue caratteristiche furono trasferite a San Biagio (Vlas in slavo).

[modifica] Personaggi simili

  • Varuna (Mitologia Indiana)
  • Esus (Mitologia Celtica)
  • Ullr (Mitologia Norrena)