Modifica di Urvasi



				

				

Attenzione: Accesso non effettuato. Nella cronologia della pagina verrà registrato l'indirizzo IP.

Questa modifica può essere annullata. Verificare il confronto presentato di seguito per accertarsi che il contenuto corrisponda a quanto desiderato e quindi salvare le modifiche per completare la procedura di annullamento.

Versione corrente Il tuo testo
Riga 1: Riga 1:
È il nome della più celebre delle [[Apsaras]], ed è legata alla leggenda dell'amore con [[Puruvaras]], leggenda che ricorda la struttura di quella medievale di [[Melusina]]. Urvasi, ninfa delle acque, sposa l'umano [[Puruvaras]], ma impone allo sposo delle precise condizioni: egli dovrà unirsi a lei almeno tre volte al giorno ma, se lei non vorrà, dovranno dormire separati; inoltre lui non dovrà mai farsi veder nudo dalla [[ninfa]]. Le cose procedono bene, finché i [[Gandharva]], tradizionali compagni delle [[Apsaras]], non decidono di cercare di far tornare la bella Urvasi tra di loro. Con un trucco riescono quindi a mostrare alla [[ninfa]] il suo sposo nudo, ed ella scompare. [[Puruvaras]], disperato, la cerca per mari e monti, finché non la ritrova in uno stagno, in cui sta nuotando con altre [[ninfe]], in forma di cigni. Segue un dialogo disperato, ed alla fine Urvasi acconsente, per una sola volta, ad unirsi in un amplesso da cui nascerà un figlio. In seguito l'uomo otterrà di essere tramutato in [[Gandharva]].
È il nome della più celebre delle [[Apsaras]], ed è legata alla leggenda dell'amore con [[Puruvaras]], leggenda che ricorda la struttura di quella medievale di [[Melusina]]. Urvasi, ninfa delle acque, sposa l'umano [[Puruvaras]], ma impone allo sposo delle precise condizioni: egli dovrà unirsi a lei almeno tre volte al giorno ma, se lei non vorrà, dovranno dormire separati; inoltre lui non dovrà mai farsi veder nudo dalla [[ninfa]]. Le cose procedono bene, finché i [[Gandharva]], tradizionali compagni delle [[Apsaras]], non decidono di cercare di far tornare la bella Urvasi tra di loro. Con un trucco riescono quindi a mostrare alla [[ninfa]] il suo sposo nudo, ed ella scompare. [[Puruvaras]], disperato, la cerca per mari e monti, finché non la ritrova in uno stagno, in cui sta nuotando con altre [[ninfe]], in forma di cigni. Segue un dialogo disperato, ed alla fine Urvasi acconsente, per una sola volta, ad unirsi in un amplesso da cui nascerà un figlio. In seguito l'uomo otterrà di essere tramutato in [[Gandharva]].
-
[[Categoria:Mitologia Indo-Iranica]]
 
[[Categoria:Mitologia Indiana]]
[[Categoria:Mitologia Indiana]]
-
[[Categoria:Asia]]
 
-
[[Categoria:Asia Meridionale]]
 
-
[[Categoria:India]]
 
-
[[Categoria:Creature Fantastiche]]
 
-
[[Categoria:Esseri Intermediari]]
 
[[Categoria:Elementali]]
[[Categoria:Elementali]]
-
[[Categoria:Sesso: Femmina]]
 
-
[[Categoria:Aspetto: Mutante]]
 
-
[[Categoria:Indole: Neutrale]]
 
-
[[Categoria:Elemento: Acqua]]
 
-
[[Categoria:Habitat: Fiume]]
 
Image Plus

Nota: tutti i contributi inviati a Il Crepuscolo degli Dèi possono essere modificati, stravolti o cancellati da parte degli altri partecipanti. Se non desideri che i tuoi testi possano essere modificati senza alcun riguardo, non inviarli a questo sito.
Con l'invio del testo dichiari inoltre, sotto la tua responsabilità, che il testo è stato scritto da te personalmente oppure che è stato copiato da una fonte di pubblico dominio o analogamente libera. (vedi Il_Crepuscolo_degli_Dèi:Copyright per maggiori dettagli) NON INVIARE MATERIALE COPERTO DA DIRITTO DI AUTORE SENZA AUTORIZZAZIONE!


Annulla | Guida (si apre in una nuova finestra)