Ujumsin

(Differenze fra le revisioni)



				

				
			
Riga 1: Riga 1:
 +
 +
Favoloso chimico cinese, scopritore della pietra filosofale. Secondo una leggenda, trucidò un orribile [[drago]] che devastava l'intero paese e lo legò a una colonna. Per questa impresa ebbe, dopo la morte, gli onori di un dio. In segno di riconoscenza i Cinesi gli eressero un tempio nello stesso luogo dove aveva ucciso il drago. All'interno del tempio esiste a tutt'oggi una colonna che si dice essere la medesima cui il dio aveva legato il corpo esanime del mostro a guisa di trofeo.
Favoloso chimico cinese, scopritore della pietra filosofale. Secondo una leggenda, trucidò un orribile [[drago]] che devastava l'intero paese e lo legò a una colonna. Per questa impresa ebbe, dopo la morte, gli onori di un dio. In segno di riconoscenza i Cinesi gli eressero un tempio nello stesso luogo dove aveva ucciso il drago. All'interno del tempio esiste a tutt'oggi una colonna che si dice essere la medesima cui il dio aveva legato il corpo esanime del mostro a guisa di trofeo.
Riga 6: Riga 8:
[[Categoria:Estremo Oriente]]
[[Categoria:Estremo Oriente]]
[[Categoria:Cina]]
[[Categoria:Cina]]
 +
[[Categoria:Divinità]]
[[Categoria:Umani]]
[[Categoria:Umani]]
 +
[[Categoria:Scienziati]]
 +
[[Categoria:Chimici]]
[[Categoria:Sesso: Maschio]]
[[Categoria:Sesso: Maschio]]
[[Categoria:Aspetto: Antropomorfo]]
[[Categoria:Aspetto: Antropomorfo]]
[[Categoria:Indole: Benevola]]
[[Categoria:Indole: Benevola]]
[[Categoria:Elemento: Terra]]
[[Categoria:Elemento: Terra]]
-
[[Categoria:Habitat: Non specificato]]
+
[[Categoria:Habitat: Cielo]]
[[Categoria:Alchimia]]
[[Categoria:Alchimia]]

Versione del 15:20, 8 apr 2020


Favoloso chimico cinese, scopritore della pietra filosofale. Secondo una leggenda, trucidò un orribile drago che devastava l'intero paese e lo legò a una colonna. Per questa impresa ebbe, dopo la morte, gli onori di un dio. In segno di riconoscenza i Cinesi gli eressero un tempio nello stesso luogo dove aveva ucciso il drago. All'interno del tempio esiste a tutt'oggi una colonna che si dice essere la medesima cui il dio aveva legato il corpo esanime del mostro a guisa di trofeo.