Toranga

Eroe che per le sue gesta e per il suo buon operato in vita si meritò gli onori divini. Da semplice cacciatore divenne, per i suoi soli meriti, sovrano del paese; acquistò poi gloria e prestigio per aver debellato un barbaro tiranno che infieriva su tutto il Giappone con le più orribili crudeltà.

CULTO[modifica]

In suo onore i Giapponesi eressero un tempio nella provincia di Vacata, contraddistinto da quattro buoi dorati troneggiami ai quattro angoli del santuario. Turbe di mendicanti si aggirano intorno all'edificio cantando lodi al rinomato guerriero e raccogliendo l'elemosina.

Iconografia[modifica]

In genere Toranga è rappresentato mentre combatte, con una semplice scure, contro un tiranno dotato di otto braccia.