Tirro

(Differenze fra le revisioni)



				

				
			
Riga 1: Riga 1:
-
Capo dei pastori di re [[Latino]]; fu padre di una numerosa prole. Un giorno [[Ascanio]] uccise il cervo che il re aveva dato in custodia a Tirro e questi, adirato, insieme ai suoi figli cercò di vendicarsi sobillando i cittadini contro di lui ed i suoi compagni. Il primogenito [[Almone]] rimase ucciso nella rissa che ne seguì, e la sua morte fu all'origine della guerra tra troiani e italici .
+
Capo dei pastori di re [[Latino]]; fu padre di una numerosa prole. Un giorno [[Ascanio]] uccise il cervo che il re aveva dato in custodia a Tirro e questi, adirato, insieme ai suoi figli cercò di vendicarsi sobillando i cittadini contro di lui ed i suoi compagni. Il primogenito [[Almone]] rimase ucciso nella rissa che ne seguì, e la sua morte fu all'origine della guerra tra troiani e italici, alla quale parteciparono anche gli altri figli di Tirro, senza morirvi.
<br>Nella capanna di Tirro, [[Lavinia]], dopo la morte di [[Enea]], diede alla luce [[Silvio]], chiamato per questo motivo anche [[Postumo]].
<br>Nella capanna di Tirro, [[Lavinia]], dopo la morte di [[Enea]], diede alla luce [[Silvio]], chiamato per questo motivo anche [[Postumo]].
[[Categoria:Mitologia Romana]]
[[Categoria:Mitologia Romana]]

Versione del 13:50, 17 set 2010

Capo dei pastori di re Latino; fu padre di una numerosa prole. Un giorno Ascanio uccise il cervo che il re aveva dato in custodia a Tirro e questi, adirato, insieme ai suoi figli cercò di vendicarsi sobillando i cittadini contro di lui ed i suoi compagni. Il primogenito Almone rimase ucciso nella rissa che ne seguì, e la sua morte fu all'origine della guerra tra troiani e italici, alla quale parteciparono anche gli altri figli di Tirro, senza morirvi.
Nella capanna di Tirro, Lavinia, dopo la morte di Enea, diede alla luce Silvio, chiamato per questo motivo anche Postumo.