Differenze tra le versioni di "Selene"

m (Sostituzione testo - "==Museo==" con "==MUSEO==")
m (Sostituzione testo - "gallery perrow=5" con "gallery perrow=8")
 
Riga 35: Riga 35:
 
ordermethod=titlewithoutnamespace
 
ordermethod=titlewithoutnamespace
 
order=ascending
 
order=ascending
format=<gallery perrow=5>,%PAGE%|[[:Immagine:%TITLE%|%TITLE%]]\n,,</gallery>
+
format=<gallery perrow=8>,%PAGE%|[[:Immagine:%TITLE%|%TITLE%]]\n,,</gallery>
 
</DPL>
 
</DPL>
  

Versione attuale delle 22:10, 2 lug 2020

SCHEDA
Noimage.jpg
IDENTITA'
Nome originale: -
Altri nomi: -
Etimologia: -
Sesso: Femmina
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Mitologia Classica
Continente: Europa
Area: Mediterraneo
Paese: Grecia
Popolo/Regione: Greci
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Divinità
Sottotipologia: Divinità Superne
Specificità: Divinità della Luna
Subspecifica: -
ATTRIBUTI
Aspetto: Antropomorfo
Animali: Buoi
Piante: -
Altri attributi: -
CARATTERI
Indole: Benevola
Elemento: Aria
Habitat: Cielo
Tematiche: Luna, Suicidio

Dea della luna, figlia di Iperione e di Tia, sorella di Elios e di Eos. Apparteneva alla famiglia dei Titani. Percorreva il cielo sopra un carro per portare agli uomini la sua placida luce. Il carro era tirato da quattro buoi bianchi. Venne confusa poi con Artemide ed Ecate. Per poter far eternamente suo Endimione lo addormentò in un sonno eterno, dandogli poi l'eterna giovinezza.
Nella versione riportata da Diodoro Siculo, Selene è anche qui sorella di Elios ma entrambi sono persone mortali, così come il padre Iperione, re degli Atlanti. Si sarebbe suicidata dopo l'uccisione dei due congiunti da parte dei Titani.

BIBLIOGRAFIA[modifica]

Fonti antiche[modifica]

Per visualizzare le fonti antiche su Selene vai a FontiAntiche:Selene

Fonti moderne[modifica]

Per visualizzare le fonti moderne su Selene vai a FontiModerne:Selene

MUSEO[modifica]