Rune



				

				

Secondo un poema epico, l'Harval, le rune sono state create per gli dèi e Odino se ne è impadronito al termine di un doloroso sacrificio. Appeso all'albero della creazione per nove notti ha fatto apparire le Rune pronunciandone il nome. E cosi grazie al potere delle Rune poté accedere in seguito alla conoscenza suprema.
L'alfabeto runico è una delle più affascinanti e misteriose forme di scrittura conosciute. Caratterizzato dalla più assoluta mancanza di forme arrotondate, era utilizzato principalmente per l'incisione su pietre e steli funerarie, legno e metalli.
Si può dire che esse esistano praticamente da sempre come elementi fondamentali dello Sciamanesimo. Ben presto questo alfabeto assunse una connotazione magica, diventando un vero e proprio codice per la magia. Le rune vengono utilizzate come simboli protettivi o di buon auspicio, incidendoli su talismani magici.
Le rune sono state utilizzate sin dall'antichità come metodo di predizione - sopratutto nel mondo gotico, dalle tribù nordiche e teutoniche e presso i Celti, per la divinazione e per i rituali. La parola gotica " Runa" significa "segreto da sussurrare" e da li mistero, magia, cosa segreta . Il loro utilizzo è sempre stato insegnato e tramandato oralmente.