Differenze tra le versioni di "Rifeo"

m (Sostituzione testo - '|specificità=Fanti' con '|specificità=Fanti |sub=-')
 
(9 versioni intermedie di 4 utenti non mostrate)
Riga 1: Riga 1:
Giovane di [[Troia]], era unanimemente considerato il più buono e il più giusto tra tutti i sudditi di re [[Priamo]]. Amico di [[Enea]], combatté eroicamente contro gli Achei nella [[guerra di Troia]] e fu ucciso durante la presa della città.
+
{{Voce
 +
|anagrafica= SCHEDA ANAGRAFICA
 +
|nome originale=-
 +
|altri nomi=-
 +
|immagine=[[Immagine:Noimage.jpg|250px]]
 +
|etimo=-
 +
|sesso=Maschio
 +
|sezione=Mitologia Classica
 +
|continente=Europa
 +
|area=Mediterraneo
 +
|paese=Italia
 +
|origine=Romani
 +
|tipologia=Umani
 +
|sottotipologia=Guerrieri
 +
|specificità=Fanti
 +
|sub=-
 +
|indole=Benevola
 +
|aspetto=Antropomorfo
 +
|animali=-
 +
|piante=-
 +
|attributi=-
 +
|elemento=-
 +
|habitat=-
 +
|ambiti=-
 +
}}
  
<poem>''Ci sommergono subito col numero; e per primo Corebo''
+
 
 +
Giovane di [[Troia]], era unanimemente considerato il più buono e il più giusto tra tutti i sudditi di re [[Priamo]]. Amico di [[Enea]], combatté eroicamente contro gli Achei nella [[guerra di Troia]] e fu ucciso la notte della caduta della città.
 +
 
 +
<poem>" ''Ci sommergono subito col numero; e per primo Corebo''
 
''soccombe per mano di Peneleo vicino all'ara della dea''
 
''soccombe per mano di Peneleo vicino all'ara della dea''
 
''possente nell'armi; cade anche il più giusto''
 
''possente nell'armi; cade anche il più giusto''
''dei Teucri, Rifeo'' </poem>
+
''dei Teucri, Rifeo'' " </poem>
  
 
(Virgilio, Eneide)
 
(Virgilio, Eneide)
Riga 13: Riga 40:
 
*Dante, ''Commedia''. Benché pagano e vissuto prima di Cristo, Rifeo viene collocato da Dante in Paradiso nel cielo di Giove, tra gli spiriti giusti, perché egli, afferma il poeta, prima di morire previde la Redenzione e vi credette.
 
*Dante, ''Commedia''. Benché pagano e vissuto prima di Cristo, Rifeo viene collocato da Dante in Paradiso nel cielo di Giove, tra gli spiriti giusti, perché egli, afferma il poeta, prima di morire previde la Redenzione e vi credette.
  
<poem> ''Chi crederebbe giù nel mondo errante''
+
<poem> " ''Chi crederebbe giù nel mondo errante''
 
''che Rifëo Troiano in questo tondo''
 
''che Rifëo Troiano in questo tondo''
 
''fosse la quinta de le luci sante?
 
''fosse la quinta de le luci sante?
 
''Ora conosce assai di quel che ’l mondo''
 
''Ora conosce assai di quel che ’l mondo''
 
''veder non può de la divina grazia,''
 
''veder non può de la divina grazia,''
''ben che sua vista non discerna il fondo'' </poem>.
+
''ben che sua vista non discerna il fondo'' " </poem>
  
 +
[[Categoria:Mitologia Classica]]
 
[[Categoria:Mitologia Greca]]
 
[[Categoria:Mitologia Greca]]
 +
[[Categoria:Mitologia Romana]]
 
[[Categoria:Europa]]
 
[[Categoria:Europa]]
 
[[Categoria:Mediterraneo]]
 
[[Categoria:Mediterraneo]]
Riga 26: Riga 55:
 
[[Categoria:Umani]]
 
[[Categoria:Umani]]
 
[[Categoria:Guerrieri]]
 
[[Categoria:Guerrieri]]
[[Categoria:Eroi]]
+
[[Categoria:Fanti]]
 +
[[Categoria:Sesso: Maschio]]
 +
[[Categoria:Indole: Benevola]]
 +
[[Categoria:Aspetto: Antropomorfo]]

Versione attuale delle 13:39, 22 mar 2020

SCHEDA
Noimage.jpg
IDENTITA'
Nome originale: -
Altri nomi: -
Etimologia: -
Sesso: Maschio
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Mitologia Classica
Continente: Europa
Area: Mediterraneo
Paese: Italia
Popolo/Regione: Romani
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Umani
Sottotipologia: Guerrieri
Specificità: Fanti
Subspecifica: -
ATTRIBUTI
Aspetto: Antropomorfo
Animali: -
Piante: -
Altri attributi: -
CARATTERI
Indole: Benevola
Elemento: -
Habitat: -
Tematiche: -


Giovane di Troia, era unanimemente considerato il più buono e il più giusto tra tutti i sudditi di re Priamo. Amico di Enea, combatté eroicamente contro gli Achei nella guerra di Troia e fu ucciso la notte della caduta della città.

" Ci sommergono subito col numero; e per primo Corebo
soccombe per mano di Peneleo vicino all'ara della dea
possente nell'armi; cade anche il più giusto
dei Teucri, Rifeo "

(Virgilio, Eneide)

Riferimenti letterari[modifica]

La figura di Rifeo nella letteratura postclassica[modifica]

  • Dante, Commedia. Benché pagano e vissuto prima di Cristo, Rifeo viene collocato da Dante in Paradiso nel cielo di Giove, tra gli spiriti giusti, perché egli, afferma il poeta, prima di morire previde la Redenzione e vi credette.

 " Chi crederebbe giù nel mondo errante
che Rifëo Troiano in questo tondo
fosse la quinta de le luci sante?
Ora conosce assai di quel che ’l mondo
veder non può de la divina grazia,
ben che sua vista non discerna il fondo "