Reso

(Differenze fra le revisioni)



				

				
			
(La morte)
(La resurrezione)
Secondo la tragedia pseudoeuripidea ''Reso'' e alcuni testi successivi, dopo la morte l'eroe trace sarebbe stato resuscitato dalle divinità degli inferi su richiesta della [[Musa]] sua madre - con l'anima posta quindi di nuovo nello stesso corpo -  e trasformato addirittura in un essere immortale, ma lasciato da solo per l'eternità in un luogo sotterraneo sconosciuto a tutti gli uomini e inaccessibile agli stessi dei: un luogo diverso dunque dall'[[Ade]], assai meno buio, e presumibilmente un po' meno incantevole dei [[Campi Elisi]].
Secondo la tragedia pseudoeuripidea ''Reso'' e alcuni testi successivi, dopo la morte l'eroe trace sarebbe stato resuscitato dalle divinità degli inferi su richiesta della [[Musa]] sua madre - con l'anima posta quindi di nuovo nello stesso corpo -  e trasformato addirittura in un essere immortale, ma lasciato da solo per l'eternità in un luogo sotterraneo sconosciuto a tutti gli uomini e inaccessibile agli stessi dei: un luogo diverso dunque dall'[[Ade]], assai meno buio, e presumibilmente un po' meno incantevole dei [[Campi Elisi]].
 +
 +
 +
<poem> " ''Ma d'ora innanzi,''
 +
''per me sarà come se morto ei sia,''
 +
''né luce vegga piú. Perché trovarsi''
 +
''dove io mi trovi, e della madre il volto''
 +
''vedere, ei non potrà. Dell'argentífera''
 +
''terra nascosto negli oscuri anfratti,''
 +
''uomo e Nume sarà, vivo e sepolto'' "</poem>
== Interpretazione ==
== Interpretazione ==

Versione del 23:09, 26 gen 2013