Peneleo



				

				

Nobile beota, chiamato talora Penelo, figlio di Ippalcimo. Partecipò da giovane alla spedizione degli Argonauti.

Indice

[modifica] Peneleo nella guerra di Troia

Essendo stato tra i pretendenti di Elena, Peneleo partecipò al conflitto tra greci e troiani guidando uno dei contingenti dei Beoti, formato da 12 navi. Nei combattimenti fu uno degli Achei più efferati insieme ad Aiace d'Oileo, suo grande amico, infierendo entrambi sui nemici uccisi. In una battaglia combatté contro Polidamante restando gravemente ferito.

[modifica] La morte

Peneleo fu tra gli Achei che si nascosero nel cavallo di legno: una volta entrato a Troia colpì a morte Corebo (che secondo altre tradizioni rimase vittima di Neottolemo) ma venne a sua volta ucciso da Euripilo. Lasciò un figlio di nome Ofelte. Ebbe l'onore di essere sepolto in una tomba singola, mentre la maggior parte degli Achei caduti sul campo finiva in una fossa comune.

[modifica] Vittime di Peneleo nella guerra di Troia

[modifica] Bibliografia

[modifica] Fonti antiche

Per visualizzare le fonti antiche su Peneleo vai a FontiAntiche:Peneleo

[modifica] Fonti moderne

Per visualizzare le fonti moderne su Peneleo vai a FontiModerne:Peneleo