Differenze tra le versioni di "Nereo"

m (Sostituzione testo - '|specificità=Divinità del Mare' con '|specificità=Divinità del Mare |sub=-')
m (Sostituzione testo - "|attributi=-" con "|attributi1=- |attributi2=- |attributi3=- |attributi4=- |attributi5=- |attributi6=-")
 
(4 versioni intermedie di uno stesso utente non sono mostrate)
Riga 17: Riga 17:
 
|indole=Benevola
 
|indole=Benevola
 
|aspetto=Mutante
 
|aspetto=Mutante
|animali=-
+
|fisici1=-
|piante=-
+
|fisici2=-
|attributi=-
+
|fisici3=-
 +
|fisici4=-
 +
|fisici5=-
 +
|fisici6=-
 +
|animali1=-
 +
|animali2=-
 +
|animali3=-
 +
|animali4=-
 +
|piante1=-
 +
|piante2=-
 +
|piante3=-
 +
|piante4=-
 +
|minerali1=-
 +
|minerali2=-
 +
|minerali3=-
 +
|minerali4=-
 +
|colori1=-
 +
|colori2=-
 +
|colori3=-
 +
|colori4=-
 +
|attributi1=-
 +
|attributi2=-
 +
|attributi3=-
 +
|attributi4=-
 +
|attributi5=-
 +
|attributi6=-
 
|elemento=Acqua
 
|elemento=Acqua
 
|habitat=Mare
 
|habitat=Mare
Riga 27: Riga 52:
 
Figlio di [[Ponto]] e di [[Gea]], sposo di [[Doride]]. Antica divinità del mare, il cui nome sembra derivare dal termine semitico ''nahar'' (fiume). Nereo, assieme a [[Forco]] e a [[Proteo]], costituiva la triade dei "vecchi del mare", le divinità che, prima di [[Poseidone]], erano padroni del mare. Come i suoi fratelli poteva prevedere il futuro e mutare aspetto. Nereo era inoltre detto "signore del saggio consiglio", ma dava i suoi responsi solo a coloro che glieli estorcevano con la forza. Da lui si recò [[Eracle]] per chiedergli dove si trovasse il giardino delle [[Esperidi]], che per poter ottenere il suo consiglio dovette lottare. Dalla sposa [[Doride]] ebbe cinquanta figlie, le [[Nereidi]], ed un figlio [[Nerite]].
 
Figlio di [[Ponto]] e di [[Gea]], sposo di [[Doride]]. Antica divinità del mare, il cui nome sembra derivare dal termine semitico ''nahar'' (fiume). Nereo, assieme a [[Forco]] e a [[Proteo]], costituiva la triade dei "vecchi del mare", le divinità che, prima di [[Poseidone]], erano padroni del mare. Come i suoi fratelli poteva prevedere il futuro e mutare aspetto. Nereo era inoltre detto "signore del saggio consiglio", ma dava i suoi responsi solo a coloro che glieli estorcevano con la forza. Da lui si recò [[Eracle]] per chiedergli dove si trovasse il giardino delle [[Esperidi]], che per poter ottenere il suo consiglio dovette lottare. Dalla sposa [[Doride]] ebbe cinquanta figlie, le [[Nereidi]], ed un figlio [[Nerite]].
  
==Museo==
+
==MUSEO==
 
<DPL>
 
<DPL>
 
linksto=Nereo
 
linksto=Nereo
Riga 33: Riga 58:
 
ordermethod=titlewithoutnamespace
 
ordermethod=titlewithoutnamespace
 
order=ascending
 
order=ascending
format=<gallery perrow=5>,%PAGE%|[[:Immagine:%TITLE%|%TITLE%]]\n,,</gallery>
+
format=<gallery perrow=8>,%PAGE%|[[:Immagine:%TITLE%|%TITLE%]]\n,,</gallery>
 
</DPL>
 
</DPL>
  

Versione attuale delle 08:35, 15 set 2021

SCHEDA
Noimage.jpg
IDENTITA'
Nome orig.: Νηρεύς
Altri nomi: -
Etimologia: -
Sesso: Maschio
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Mitologia Classica
Continente: Europa
Area: Mediterraneo
Paese: Grecia
Origine: Greci
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Divinità
Subtipologia: Divinità della Natura
Specificità: Divinità del Mare
Subspecifica: -
CARATTERI
Aspetto: Mutante
Indole: Benevola
Elemento: Acqua
Habitat: Mare
ATTRIBUTI
Fisici
- -
- -
- -
Animali
- -
- -
Vegetali
- -
- -
Minerali
- -
- -
Colori
- -
- -
Altri
- -
- -
- -
TEMATICHE
{{{ambiti1}}} {{{ambiti2}}}
{{{ambiti3}}} {{{ambiti4}}}
{{{ambiti5}}} {{{ambiti6}}}
{{{ambiti7}}} {{{ambiti8}}}

Figlio di Ponto e di Gea, sposo di Doride. Antica divinità del mare, il cui nome sembra derivare dal termine semitico nahar (fiume). Nereo, assieme a Forco e a Proteo, costituiva la triade dei "vecchi del mare", le divinità che, prima di Poseidone, erano padroni del mare. Come i suoi fratelli poteva prevedere il futuro e mutare aspetto. Nereo era inoltre detto "signore del saggio consiglio", ma dava i suoi responsi solo a coloro che glieli estorcevano con la forza. Da lui si recò Eracle per chiedergli dove si trovasse il giardino delle Esperidi, che per poter ottenere il suo consiglio dovette lottare. Dalla sposa Doride ebbe cinquanta figlie, le Nereidi, ed un figlio Nerite.

MUSEO[modifica]