Namuci

Versione del 22 mar 2020 alle 18:31 di Ilcrepuscolo (discussione | contributi) (Sostituzione testo - '|specificità=Demoni' con '|specificità=Demoni |sub=-')
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
SCHEDA
Noimage.jpg
IDENTITA'
Nome originale: -
Altri nomi: -
Etimologia: -
Sesso: Maschio
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Mitologia Indo-Iranica
Continente: Asia
Area: Asia Meridionale
Paese: India
Popolo/Regione: Hindu
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Creature Fantastiche
Sottotipologia: Esseri Intermediari
Specificità: Demoni
Subspecifica: -
ATTRIBUTI
Aspetto: Antropomorfo
Animali: -
Piante: -
Altri attributi: -
CARATTERI
Indole: Malevola
Elemento: Terra
Habitat: -
Tematiche: Decapitazione

È un demone che era riuscito a vincere Indra e che, come ricompensa della vittoria, aveva ottenuto dal dio la promessa di non poter essere ucciso nè di giorno, nè di notte, nè con un bastone, nè con un arco, nè con le mani, nè con alcun oggetto, secco o bagnato. Forte di questa prerogativa che gli dava una quasi totale impunità, derubò il dio della bevanda vitale, il Soma. Fu però infine vinto con l'aiuto degli Asvin e di Sarasvati, con una specie di "schiuma" con la quale fu confezionato un fulmine che decapitò il mostro, nella cui testa, assieme al sangue, fu ritrovato anche il Soma. In questa sua funzione di privatore del succo vitale, Namuci ha dei punti di contatto con Vritra, che impedisce il fluire delle acque.