Museo:Pittore C



				

				

Pittore C è il nome convenzionale assegnato da John Beazley ad un ceramografo attico attivo tra il 575 e il 555 a.C. Fu il più anziano e più importante ceramografo attivo nella decorazione della serie di kylikes dette Coppe di Siana. La lettera C sta per "corintizzante", questo ceramografo infatti deve molto a Corinto: i soggetti, le battaglie di opliti e le parate di giovani cavalieri), l'accuratezza delle incisioni e l'uso del bianco e del porpora. Le sue coppe si distinguono tuttavia per il contrasto tra l'argilla aranciata e marrone e la brillante pittura nera, caratteristiche tipicamente attiche. Presenta uno stile energico e un'ottima capacità narrativa. Tipici e ricorrenti sono gli emblemi (episemata) incisi sugli scudi degli opliti. La maggior parte dei lavori che gli sono stati attribuiti sono coppe da vino, ma alcuni dei suoi lavori migliori, quelli dove si evidenzia la monumentalità attica di cui è erede, si trovano su altre forme: la pisside del Louvre con la prima rappresentazione della nascita di Atena e soprattutto il coperchio di lekanis al Museo archeologico nazionale di Napoli, dove si trova la prima rappresentazione della morte di Astianatte.

[modifica] Opere

ESPLORA IL MUSEO
Vai nella Hall Mitologie Artisti Periodi Tipologie Collezioni