Medusa

La Medusa di Caravaggio

Una delle Gorgoni, delle tre era l'unica mortale (ma per Virgilio erano mortali tutte e tre). Essendo bellissima ebbe l'audacia di disputare in bellezza con Atena, che irritata cambiò a lei e alle sue sorelle i capelli in serpi e diede ai loro occhi la forza di trasformare in pietra le persone che li avessero guardati. Perseo si presentò davanti a lei con uno specchio datogli da Atena, che lo rendeva invisibile, e così potè troncare il capo alla Gorgone. Dal sangue che sprizzò dal collo di Medusa, nacquero Crisaore e Pegaso. Perseo con la testa di Medusa pietrificò in seguito diversi suoi nemici (Fineo con duecento dei suoi seguaci, poi Polidette, e infine il prozio Preto): una versione aggiunge che cambiò Atlante in monte. Seppellì poi la testa di Medusa ad Argo.

Personaggi pietrificati da Perseo con la testa di Medusa[modifica]


LETTERATURA[modifica]

La figura di Medusa nella letteratura postclassica[modifica]

  • Giovanni Boccaccio, De mulieribus claris, raccolta di biografie.


BIBLIOGRAFIA[modifica]

Fonti antiche[modifica]

Per visualizzare le fonti antiche su Medusa vai a FontiAntiche:Medusa

Fonti moderne[modifica]

Per visualizzare le fonti moderne su Medusa vai a FontiModerne:Medusa

MUSEO[modifica]