Medonte

Alleato dei troiani nella guerra di Troia, di provenienza sconosciuta, morì nel decimo anno di guerra: la sua uccisione era narrata in un poema perduto del ciclo troiano, successivo all' Iliade, dove sopravvive a Ettore. Enea, calatosi vivo nell'Ade con l'aiuto della Sibilla, vi vide la sua anima.