Mara (3)

Versione del 7 lug 2019 alle 08:36 di Ilcrepuscolo (discussione | contributi) (Sostituzione testo - 'Categoria:Demoni' con 'Categoria:Esseri Intermediari Categoria:Demoni')
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

È il capo di tutti i demoni, personificazione del male e degli aspetti della realtà contro cui Buddha ha eretto la sua dottrina.
Si narra che Mara tentasse in ogni modo di impedire che Buddha raggiungesse l'Illuminazione, e che a questo scopo abbia guidato contro di lui delle armate di demoni che si estendevano per ventiquattro leghe in lunghezza e diciotto in larghezza. Mara, alla loro testa, cavalcava un elefante alto 150 leghe. Ma tutti gli dei si erano radunati a cantare le lodi del Buddha, e Mara aveva dovuto capitolare. Aveva poi ritentato il suo attacco, contestando che il luogo sul quale il Beato sedeva era di sua proprietà; a conferma di questo possesso portava la testimonianza di migliata di demoni. Ma la Terra stessa, con un boato, confermò il diric-to del Buddha. Mara è raffigurato come un essere dal volto mostruoso, la carnagione blu e otto braccia.